Pol Sarnese-Palmese 0-1. Guai per i granata, Crucitti espugna lo Squiteri

POLISPORTIVA SARNESE – PALMESE 0 – 1

Polisportiva Sarnese:

Sorrentino, Tammaro (Di Finizio 17 st) , De Angelis, Nasto (Cacciottolo 32′ st), Della Monica, Mazzei, Ammaturo (Talia 1′ st), Langella, Figliolia, Guidelli, Calemme

A disposizione

Rizzo, Miccichè, Di Finizio, Sannia, Talia, Tagliamonte, Cacciottolo, Masi

Allenatore: Gianluca Esposito

 

Palmese:

Pellegrino, Lugliese, Misale, Castellano (Ortolini 37′ st), Cinquegrana (Andiloro 11′ st), Taverniti, Bonadio (Scoppellitti 37′ st), Crucitti, Dorato, Lavrendi, Criniti

 

A disposizione

Laganà, Melara, Saglimbeni, Ortolini, Andiloro, Romola, Scopellitti, De Marco, Sanz Moreno,

Allenatore: Mario Dal Torrione

 

Arbitro: Fabio Tucci sezione di Ostia Lido

Reti: Crucitti 20′ pt (P)

Note: spettatori 200 circa

Ammoniti: Criniti (P), Mazzei (S), Castellano (P),

Recupero: 2′ pt, 5′ st.

 

 

Tonfo Sarnese, la Palmese espugna il Felice Squitieri e mette i granata nei guai. Una brutta sconfitta quella subita dai granata contro la Palmese che mette sempre più in crisi la compagine allenata da mister Esposito. Una gara tutt’altro che facile per la Polisportiva Sarnese contro una squadra ostica e cinica, l’approccio alla gara da parte di Sorrentino e compagni non è stato dei migliori, forse perch√© sentivano forte il peso della gara. Pronti via si parte. I primi minuti non regalano grosse occasioni, una gara giocata per lo più a centrocampo. Al 13′ pericolo Palmese, cross di Lugliese dalla sinistra per Dorato che davanti a Sorrentino tenta la conclusione di testa ma il portierone granata para in tuffo. Al minuto 20 la Palmese passa in vantaggio Crucitti in profondità per Bonadio che in area supera Sorrentino in uscita. La Sarnese cerca di reagire, ma non riesce a trovare gli spazi giusti, ne la lucidità per far male alla retroguardia calabrese. Al 26′ i granata ci provano con Figliola da posizione ravvicinata, su cross dalla sinistra di De Angelis, ma la sua conclusione di testa viene parata senza troppe difficoltà da Pellegrino. Da questo momento in poi la gara non regala azioni importanti, tranne un presunto atterramento in area su Calemme, ma l’arbitro lascia correre, ma l’intero Squitieri recrimina il rigore. E cos√¨ si va al riposo con la Sarnese sotto di un gol. Nella ripresa, Esposito cambia: butta nella mischia Talia per Ammaturo dal primo minuto. E cos√¨ il reparto Al 6′ Sarnese vicina al pari con una conclusione dal limite di Tammaro la palla viene deviata e prende una traiettoria strana che sta per sorprendere Pellegrino, ma si salva deviando in angolo. Al 8′, Palmese vicina al raddoppio: punizione di Criniti la palla si stampa sopra la traversa. Giro di lancette è la Sarnese a sfiorare il pari con Mazzei: angolo di Guidelli sul secondo palo per Mazzei che svetta più alto di tutti e di testa mette la palla di pochissimo a lato. Al 32′ l’episodio contestato da tutto lo stadio: Figliola viene completamente travolto in area da Pellegrino ma l’arbitro nega il rigore, anzi, addirittura assegna un calcio di punizione a favore della Palmese: arriva la protesta dell’intero F. Squitieri, tifosi e panchina granata in piedi a protestare contro la decisione dell’arbitro. La Sarnese non si arrende e cerca di spingere. Al 39′ De Angelis dalla sinistra per Calemme, che di destro sfiora il palo. Al minuto 50 la conclusione di Figliola, all’ultimo secondo, e la parata di Pellegrino, prima del triplice fischio, e cos√¨ svanisce anche l’ultima occasione per i granata di agguantare il pari.

Una partita difficile in un periodo difficile -esordisce mister Esposito- abbiamo affrontato una squadra ottima, concreta e cinica e non siamo stati bravi a giocare come al solito. Abbiamo avuto tanta fretta e frenesia, ci tenevamo tanto a questa gara, i ragazzi la sentivano molto, forse è stato proprio quello a non farci approcciare bene alla gara, a non farci giocare bene come stavamo facendo ultimamente. I ragazzi ci credono ancora e forse, proprio, la troppa voglia di vincere che ci ha fatto approcciare male alla gara. Nel primo tempo abbiamo giocato davvero molto in verticale e questo noi di solito non siamo abituati a farlo, in questo modo abbiamo prestato il fianco agli avversari. Ancora un arbitraggio non favorevole dopo quello contro il Gladiator, oggi due nuovi episodi hanno letteralmente danneggiato la Polisportiva Sarnese, un rigore sacrosanto su Calemme nel primo tempo e l’altro nel secondo tempo su Figliolia. Al di là dei due presunti calci di rigore ‚Äì conclude Esposito – quello che mi lascia perplesso è l’atteggiamento degli arbitri nei nostri confronti

Comunicato Stampa Polisportiva Sarnese

Condividi