Basket. Scafati infrange la maledizione delle Semifinali: sarà la prima finale in A2

Di Pasquale Formisano
Foto di Francesco Carotenuto

Una valanga giallobleu fa esplodere il PalaMangano: con il 77-59 maturato al termine dei 40 minuti Gara-5 prende la strada di Scafati, e con essa anche tutta la serie tra la compagine di Alessandro Rossi e una buona Assigeco Piacenza, mai doma nell’arco della serie ma mai veramente in partita nell’ultima sfida.

MAI VISTA PRIMA – Una vittoria che profuma già di storia quella della Givova Scafati su Piacenza, a prescindere da come proseguirà la stagione cestistica 2021/22: per la prima volta, infatti, il team tanto caro al Patron Nello Longobardi riesce a raggiungere le finali Play Off del campionato di Serie A2, a oltre venti anni dalla prima stagione disputata nella seconda categoria nazionale.

ULTIME FINALI IN SERIE B – Per risalire alle ultime volte che Scafati ha raggiunto l’ultimo atto dei play off bisogna tornare nella serie “cadetta”: caso atipico del 2013/14, quando il team allenato da Sorgentone si garantí la qualificazione grazie alle final-4 a gara secca, mentre per arrivare a un’ultima serie di semifinale conquistata bisogna riavvolgere il nastro dei ricordi fino al 1999/2000, in un periodo in cui non c’erano smartphone e streaming ma era ancora in piedi il PalaOberdan, con il successo al meglio delle tre su Vigevano e l’approdo in finale.
Una finale che vedrà Scafati affrontare la Baltur Cento con un pensiero al coach Mangano appena scomparso, con in campo Battistella, Di Monaco, Marchetti, Pino Corvo e Pierfilippo Rossi. Ma questa è un’altra storia.

PROMOZIONE DIRETTA – L’unica esperienza scafatese in massima serie, invece, arrivò grazie a una promozione diretta: nel 2005/06, infatti, la formula di LegAdue prevedeva l’accesso in A1 alla prima classificata, occasione che Scafati non si fece sfuggire e, dopo una cavalcata dirompente, la squadra di Giorgio Valli raggiunse l’aritmetico approdo in A1 nella magica notte del 13 Aprile 2006 contro Ferrara, magistralmente raccontata dal grande e mai dimenticato Franco Lauro.

LA MALEDIZIONI DELLE SEMIFINALI – La prima impresa del roster giallobleu è stata dunque quella di infrangere la maledizione delle semifinali: dalla vittoria su Vigevano, infatti, Scafati più volte si era fermata al penultimo atto. Già nella prima stagione in A2 infatti una eroica Scafati raggiunse subito le semifinali per poi crollare solo in gara 5 a Livorno, mentre nel 2004 il sogno campano si infranse a Bologna, anche se da quella delusione nacque il progetto che portò al double coppa-campionato dell’anno successivo. E se il 3-0 di Sassari del 2009 non arrecò tanto dolore ai supporters Scafatesi lo stesso non si può dire delle cadute con Pistoia nel 2012, Brescia nel 2016 e Udine lo scorso anno, arrivate tutte a Gara-5, quella con Brescia addirittura dopo un vantaggio di 2 gare e con la bella tra le mura amiche del PalaMangano.
Oggi gli uomini con la casacca giallobleu possono essere orgogliosi per aver messo la parola fine su un grande e duraturo tabù, probabilmente il giusto prezzo da pagare con gli dei del basket per i favori del fato della stagione 1999/2000.
Ma per passare davvero alla storia bisogna scrivere ancora un altro capitolo.