Primavera: Bari-Carpisa Napoli 1-0. Azzurrine sfortunate, è ko!

Bel pomeriggio a Bari e, clima ideale per una partita di calcio. Tra Bari e Napoli le emozioni non sono mancate, anzi, hanno dato il via ad una bella battaglia. Quindi una bella partita dal concentrato agonistico molto alto, e da entrambe le parti si è notata una grande lealtà sportiva. Si parte, Napoli colpito a freddo, dopo esattamente 2′.30, disimpegno sbagliato a centrocampo delle Tartarughine, lancio lungo da parte della centrocampista del Bari, indecisione difensiva della difesa Napoletana, l’attaccante Barese ci crede più di tutte, infila la gamba tra difensori e portiere e, devia la palla in rete.

Le azzurrine accusano il colpo e per 10′ subiscono l’aggressività delle padroni di casa che pressano le Napoletane nella propria metà campo, anche se in verità non arrivano mai alla conclusione a porta, infatti vedremo in seguito che la giovane portiere Parnoffi non sarà più impegnata per il resto della partita.
Da segnalare un gol annullato al Bari per netta posizione di fuorigioco. Nei primi 10’/12′ si nota un Napoli contratto e teso, ma un po alla volta le tartarughine si incominciano a sciogliere ed ecco che inizia a venire fuori la tecnica delle Partenopee. La foga iniziale delle Pugliesi viene meno e le azzurrine cominciano a tessere le proprie trame di gioco palla a terra e da qui in poi si apre un vero e proprio assedio che dura fino alla fine della partita.

Si inizia con Guardascione che in più di qualche occasione si presenta sola davanti al portiere che si supera sventando le minacce. Poi Diodato che dopo aver superato in dribbling due difensori entra nell’area piccola e fa praticamente un passaggio al portiere. Subito dopo bella azione manovrata delle Partnopee, che partono in via centrale, allargano a sinistra, combinazione Arcuro-Canonico quest’ultima crossa al centro e Tagliaferri dopo un bellissimo stop al volo e sombrero alla sua diretta avversaria, scarica alto sulla traversa. Poco dopo la stessa Tagliaferri si libera ancora molto bene dell’avversaria arriva alla conclusione ma è di poco a lato. Il Bari tenta qualche reazione su qualche ripartenza, ma vengono ben controllate. Il Primo tempo finisce cos√¨.
Nella ripresa subito un cambio nelle file Partenopee, Basile al posto di Arcuro. Bari che non ci sta a subire e cerca di tenere su la squadra andando a pressare costantemente la difesa Napoletana, che per l’occasione si fa trovare sempre pronta e, a far ripartire le proprie compagne. Da qui in poi, le tartarughine aumentano ancora di più la pressione ed il ritmo di gioco, tanto è vero che nel corso del secondo tempo in più di qualche occasione ci si deve fermare per crampi o per lunghe permanenze a terra da parte delle ragazze Baresi a seguito di banali scontri di gioco.

Come dicevamo prima sono veramente numerose le volte che le Azzurrine arrivano alla conclusione senza concretizzare, ancora una volta con Guardascione, ancora Diodato che per bene tre volte si trova a tu per tu con l’estrema difensore del Bari e, si è fatta rimontare e chiudere dalla difesa Barese. Lodevole e da notare, la grinta, l’impegno e l’umiltà delle ragazze del Bari in ogni intervento, lo mettono in risalto le chiusure in extremis su Basile e Diodato.

Napoli che conquista definitivamente il centrocampo e Bari che tenta delle timidi reazioni su lanci lunghi con delle ripartenze, prontamente spezzate dalla difesa Partenopea praticamente a centrocampo. Le Partenopee insistono fino alla fine, ma lo sforzo profuso non si concretizza e, neanche la fortuna viene in soccorso alle azzurrine, quando al 5′ di recupero, su un ennesimo calcio d’angolo, la palla attraversa tutta l’area, Stisciante taglia e ad un metro dalla linea di porta, colpisce di testa in maniera troppo perfetta schiacciando forte a terra il pallone, che colpisce il portiere in caduta sulla linea di porta, la palla si impenna e nel cadere sbatte pure sulla traversa! Arriva il triplice fischio dell’arbitro, e si vede che la palla non doveva proprio entrare.
Dopo questa bella partita e una buona prestazione da parte del Napoli è giusto mettere in risalto il lavoro e la filosofia del settore giovanile del Napoli Calcio Femminile Carpisa Yamamay a partire dalla categoria Piccoli Amici fino alla squadra Primavera. Quest’ultima, forse, tra le uniche società a non schierare giocatrici provenienti dalla Prima Squadra in queste finali nazionali.
La partita di ritorno tra Napoli e Bari, che vale il pass per le semifinali, è stata spostata a Marted√¨ 28/05/2013 allo Stadio A. Collana perch√© domenica lo stadio è occupato da una bella iniziativa che vede partecipare anche il calciatore Kakà.

 

NAPOLI Parnoffi, Strisciante, Canonico(17’s.t.Giuliano), Di Maro, De Rosa(K), Bombara, Tagliaferri, Cafiero, Guardascione(K.)(s.t.Cuomo), Diodato, Arcuro(1’s.t.Basile); Disp: Sorbino, Longobardo, Grieco, Sautto. All. RICCIO.

fonte: www.napolicalciofemminile.it

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *