Zona Granata. Un punto per ripartire, Lotito odi et amo

Il pareggio di ieri contro la seconda della classe, il Crotone, ha portato non solo un punto nelle tasche degli uomini di Menichini, ma allo stesso tempo anche tanta amarezza per aver dominato un’intera partita senza riuscire a fare bottino pieno perdendo due punti d’oro. Intanto, la Salernitana naviga ancora in cattive acque, anche se la salvezza diretta è attualmente a cinque punti dai granata. Impresa non impossibile, anzi, forse ripartire dalla brillante prestazione dell’Arechi potrà servire alla squadra per trovare le energie mentali per affrontare i successivi impegni di campionato. C’è da centrare una vittoria, specialmente quella esterna che manca in questa stagione. Una vittoria per risollevare la testa e dire alle avversarie per la salvezza che i granata ci sono e che non molleranno fino alla fine.

LE CONTESTAZIONI E IL SOSTEGNO – Nella settimana antecedente la gara con il Crotone, i supporters granata si sono fatti sentire contestando civilemente la società e i calciatori con striscioni sparsi per la città, concludendo il tutto con dieci minuti di silenzio. Nonostante la situazione di classifica non sia delle migliori, i tifosi non hanno fatto mancare il sostegno alla squadra. Un grande gesto di amore per i propri colori, una bella prova di maturazione dell’intera piazza granata. Al termine della gara con i pitagorici, il patron dei granata Claudio Lotito, ha esplicitamente dichiarato che la città di Salerno non è mai stata vicino alla squadra, a differenza dei tifosi. Proprio la tifoseria sembra divisa tra chi lo sostiene, ringraziando la società per quanto fatto per riportare la squadra in Serie B, e chi contesta per i suoi modi di fare e per come ha allestito la squadra con Mezzaroma e il ds Fabiani.

LA RIPRESA – Questa mattina la Salernitana è tornata a lavorare sul terreno di gioco del “Volpe”. Tutti agli ordini di Leonardo Menichini che ha fatto svolgere una seduta defaticante per chi ha giocato col Crotone, mentre gli altri elementi del gruppo hanno svolto un lavoro atletico. Diversa la situazione di Bagadur e Ronaldo, il primo si è sottoposto ad una seduta di fisioterapia a causa del trauma contusivo al polpaccio, mentre il secondo prosegue nella rieducazione motoria.

IL PROSSIMO AVVERSARIO – Sabato 27 febbraio, i granata saranno impegnati nella trasferta siciliana contro il Trapani. La squadra allenata da Serse Cosmi, questa sera disputerà la sua 27^ giornata di campionato contro il Perugia ed attualmente si trova in una situazione di metà classifica, al 14^ posto con 33 punti di cui 22 conquistati tra le mura amiche.

Gianfranco Collaro