Zona Granata. Finalmente i tre punti, ora testa al Lanciano per la sfida salvezza

Tanto attesa, cercata, voluta e desiderata, ma alla fine è arrivata. Di cosa stiamo parlando? Della vittoria in trasferta per la Salernitana, la prima di questa complicata stagione in serie cadetta. Ieri sera gli uomini di Menichini, al “Manuzzi” di Cesena, hanno affrontato e superato i bianconeri romagnoli recuperando una gara che si era messa subito in salita, con il rigore regalato ai padroni di casa e realizzato da Ciano, grazie alle reti di Coda, sempre su rigore, e di Bagadur, in pieno recupero. Interrotto cos√¨ un lungo tabù negativo che vedeva i granata mai vittoriosi lontano dalle mura amiche dell’Arechi. La Salernitana è ancora penultima in classifica, ma la salvezza dista solo tre punti ed è alla portata dei granata, quindi lecito e doveroso cercare di approdare in porti più sicuri.

IL RITORNO DI NALINI – La vittoria sul Cesena ha visto il ritorno in campo di Andrea Nalini. Proprio dai suoi piedi è partito il cross che ha portato alla rete della vittoria. Dopo tanta sofferenza e un lungo periodo di inattività, il calciatore torna disposizione di Menichini e potrebbe dare un forte contributo nel cercare di centrare l’obiettivo salvezza.

LA RIPRESA DEGLI ALLENAMENTI – Oggi la Salernitana ha ripreso gli allenamenti nel ritiro in Romagna. Seduta defaticante per chi ha giocato ieri, mentre lavoro atletico con partita a campo ridotto per il resto della squadra. I granata si ritroveranno domani mattina al “Volpe” per iniziare a preparare la prossima gara di campionato.

IL PROSSIMO AVVERSARIO – La prossima sfida di campionato sarà contro la Virtus Lanciano. La Salernitana, allo stadio “Arechi”, ha la possibilità di centrare un’altra importante vittoria contro un’avversaria diretta per la conquista della salvezza. Infatti, in caso di vittoria sugli abruzzesi, i granata si ritroverebbero a quote 33, gli stessi dei rossoneri. I fretani, allenati da Primo Maragliulo, sono reduci da una vittoria in casa contro il Brescia, l’attacco ha messo a segno 28 reti in trenta gare, mentre la difesa ne ha subite 38.

A cura di Gianfranco Collaro per SportCampania.it