Winter Cup – Acqua&Sapone-Luparense 6-1. Leoni sbranano i lupi e volano in finale

Al via la Winter Cup, al “Centro Federale Fipav” di Cercola, con la prima semifinale tra Acqua&Sapone e Luparense, due squadre che figurano tra le regine di questa disciplina, le quali negli ultimi anni hanno dato vita a scontri memorabili. La gara si è conclusa con la vittoria schiacciante della compagine abruzzese, maturato nella prima frazione di gioco e legittimato nella ripresa.

IL MATCH – Il tecnico dell’Acqua&Sapone, Ricci, schiera un quintetto formato da Casassa tra i pali, Lima, Lima, De Oliveira, Bordignon e Jonas di movimento. La risposta della Luparense è affidata a Miarelli in porta, poi Honorio, Brandi, Taborda, Bertoni. In campo le due squadre si danno subito battaglia, aumentando velocemente i ritmi di gioco e l’agonismo. I due team danno vita da un’ottimo match degno di una finale anticipata, dove nella prima parte di gioco, gli abruzzesi hanno maggiori occasioni per andare in vantaggio. La compagine di San Martino dei Lupari riesce a prendere campo, provando a gestire l’inerzia della gara. Una continua girandola di emozioni regala questa semifinale, un susseguirsi di occasioni per entrambe le squadre, ma il parziale resta fermo sul pareggio. La contesa si sblocca solo quando mancano poco più di tre minuti per andare a riposo, a realizzare la rete è l’Acqua&Sapone con Murilo, su assist di De Oliveira. I lupi reagiscono subito ed hanno la possibilità di pareggiare i conti con Honorio, ma Casassa fa ottima guardia e non si lascia sorprendere. La prima frazione di gioco si chiude con la compagine abruzzese in vantaggio, seppur di misura, sulla Luparense.

Nella ripresa l’Acqua&Sapone trova il raddoppio in meno di un minuto con Lukaian. Si fa dura per i veneti che provano a tornare in partita, ma subiscono anche la terza rete, con De Oliveira che mette a segno la terza rete dei nerazzurri. I lupi si sbilanciano all’attacco, prima Foglia, poi Bertoni provano a far male, ma un’eccellente fase difensiva degli uomini di Ricci, fa si che il risultato resti invariato. I veneti restano momentaneamente in inferiorità numerica per l’espulsione di Bertoni, che lascia anzitempo il parquet. Con un uomo in più, l’Acqua&Sapone realizza la quarta rete, a firmare il poker è l’ex Marca e Pescara, Jonas con un destro che abbatte Miarelli. Il tecnico della Luparense, Marin, gioca la carta del portiere di movimento, con Taborda a creare superiorità numerica. La scelta però non sembra pagare, vista la perfetta difesa abruzzese, che chiude bene ogni spazio. I lupi insistono col portiere di movimento e vengono punti da De Oliveira che allunga il vantaggio e mette virtualmente fine alla gara. Quando mancano poco più di tre minuti dalla fine, la compagine veneta beneficia di un tiro libero, trasformato da Foglia, che rende il passivo meno pesante. Le lunghezze tornano subito a cinque, gli abruzzesi trovano la sesta rete, ancora con Murilio, che capitalizza al meglio un angolo battuto da Ruiz. La sfida si chiude cos√¨, la squadra di Ricci supera la Luparense e accede alla finale, dove attenderà la vincente tra Lollo Caffè Napoli e Pescara C5.

ACQUA&SAPONE UNIGROSS – LUPARENSE: 6-1 (1-0 pt)

Acqua&Sapone: Casassa; Lima, De Oliveira, Bordignon, Jonas. Panchina: Mammarella, Romano, Rocchigiani, Murilo, Lukaian, Ruiz, Canabarro. All.: Ricci

Luparense: Miarelli; Honorio, Brandi, Taborda, Bertoni. Panchina: Morassi, Tobe, Duric, Lara, Foglia, Khouc, Coco. All.: Marin

direttori di gara: i sigg. Rocco Marabito della sez. di Vercelli, Vincenzo Francese della sez. di Battipaglia e Giovanni Zannola della sez. di Ostia Lido
conometrista: il sig. andra Campi della sez. di Ciampino

reti: 16’24” e 17’38″st Murilo (AS), 00’42”st Lukaian (AS), 4’06″st, 14’01″st De Oliveira (AS), 6’51”st Jonas (AS), 16’54″st t.l. Foglia (L)
ammoniti: De Oliveira (AS), Bertoni (L), Lara (L), Tobe (L), Casassa (AS)
espulsi: Bertoni (L)
falli: 4-3 pt, 6-3 st

Dal nostro inviato al “PalaCercola” – Gianfranco Collaro

Condividi