Virtus Vesuvio Ottaviano, Trombetta si racconta: “Non sarà la Cenerentola del campionato”

A metà strada tra il campionato vinto di Prima Categoria e la prossima stagione agonistica, che vedrà le foxes ottavianesi impegnate in Promozione, è Angelo Trombetta, dirigente accompagnatore della compagine rossoblè, a raccontarsi:

“La scorsa stagione è stata fantastica, a tratti perfetta; un’emozione unica. Abbiamo vinto meritatamente il campionato, non c’è nient’altro da aggiungere, e per questo traguardo raggiunto non smetteró mai di ringraziare ogni singola persona che ha reso tale questo obiettivo, dal presidente, al mister, ai calciatori e sopratutto alle persone di Ottaviano che ci hanno dato supporto e che continueranno a farlo”.

Non solo passato, il dirigente rossoblè accende i riflettori su quello che sarà il futuro, immediato e non, della Virtus Vesuvio Ottaviano:

“La Promozione è sicuramente, sotto tutti gli aspetti, un campionato più impegnativo rispetto a quelli finora affrontati, dalla parte nostra sappiamo di essere una società giovane e con idee chiare riguardo il nostro futuro. Negli scorsi anni seppur nei panni di neopromossa la Virtus Vesuvio Ottaviano è sempre riuscita a ritagliarsi un ruolo da protagonista, quest’anno non voglio sbilanciarmi su quello che sarà il prossimo campionato e su dove questo gruppo potrà arrivare, anche perchè si dovrà intervenire sul roster, sulla Juniores e anche sull’organigramma societario.

La Promozione è uno step importante per una realtà giovane come quella messa in piedi dal presidente Ammirati. La cosa che mi rassicura è che conoscendo bene l’ambiente rossoblù – conclude Trombetta – sono certo che punteremo a fare bene e ad impegnarci tutti, sotto tutti gli aspetti. Abbiamo fatto tanti sacrifici in questi anni e ora siamo pronti a dare il massimo affinché questa compagine non si limiti a fare una semplice comparsa. Forza Ottaviano!”.