Virtus Matino-Casertana 1-1. Feola “Poco concreti”, Salto: “Peccato per il primo tempo”

Sono parole amare quelle che ha rilasciato il tecnico della Casertana, Vincenzo Feola, dopo il pareggio esterno ottenuto all’ultimo respiro in casa della Virtus Matino. L’allenatore dei rossoblù, in seguito all’1-1 agganciato al fotofinish grazie al gol di Felleca, ha analizzato la prestazione della sua squadra ai microfoni ufficiali del club campano: “Primo tempo inguardabile. Avevo detto ai ragazzi che ci saremmo trovati di fronte una squadra che deve salvarsi, che era alla ricerca di punti pesanti e che per questo avrebbe messo in campo tanta grinta e cattiveria agonistica. Se non sfoderi le stesse armi rischi di fare fatica anche contro avversari che navigano nella parte bassa della classifica. Nel primo tempo siamo stati impalpabili; non siamo proprio scesi in campo. Così prendi gol su una disattenzione e tutto si complica. Mi dispiace. Fino a questa gara non ho mai rimproverato nulla alla squadra. Oggi invece non è così. Deve assumersi le proprie responsabilità. Sono molto amareggiato e dispiaciuto per la prestazione del primo tempo. Anche oggi si è riproposto il problema di sempre. Non riusciamo a concretizzare negli ultimi metri la mole di gioco che creiamo. Abbiamo dei limiti e quando non sfrutti le situazioni che riesci ad imbastire, allora fai fatica. Questo è un modulo di gioco che se lì davanti non fai la differenza rischia di farti del male con qualche ripartenza. Per fortuna si scende subito in campo mercoledì. Ma non bisogna certo tenere questo atteggiamento. Non lo permetterò. Sarò molto chiaro e cercherò di farlo capire a tutti. Altrimenti darò spazio ai più giovani”.

Pareggio che sa di amaro anche per Damian Salato. Il calciatore della Casertana ha analizzato così la gara: “Volevamo vincere in considerazioe del nostro obiettivo, ma sapevamo che non sarebbe stato semplice visto il modo di giocare del Matino e di mister Branà. Questo è un campionato in cui tutte le partite sono aperte a qualsiasi risultato. Non è che la differenza di classifica rende scontato l’esito finale. Sapevamo che partita ci aspettava. Nel primo tempo non siamo stati capaci di fare il nostro gioco e di far girare velocemente palla su un campo non dei migliori. Merito anche del nostro avversario. Peccato perchè se anche nel primo tempo avessimo sfoderato la stessa prova della ripresa la gara sarebbe stata sicuramente diversa. Play-off? Ci crediamo. Sono venuto qui perchè la Casertana non merita questa categoria. Dobbiamo crederci fino alla fine. Ora dobbiamo pensare alla gara di mercoledì”.

La Casertana di mister Feola avrà la possibilità di riscattare il pareggio che sa di disfatta già ad inizio settimana prossima, in occasione del match casalingo contro il Lavello. I falchetti scenderanno in campo allo stadio Alberto Pinto mercoledì alle ore 15:00 per il turno infrasettimanale della 30esima giornata di Serie D (girone H).