Villa Literno. Ulivi mette sugli attenti: “Consapevoli dei nostri mezzi, ma guai sottovalutarli”

Fibrillazione a mille. Superato l’ostacolo Virtus Goti, il Villa Literno si proietta verso la Finalissima, ultima tappa prima di poter festeggiare l’approdo in Eccellenza.

Nel destino dei biancorossi ci sono i cilentani della Polisportiva Santa Maria guidata da mister Pirozzi. Una sfida che potrebbe valere la storia per i casertani e l’immediato ritorno nel massimo campionato regionale per i giallorossi.

In casa biancorossa, però, nonostante i due risultati a disposizione, considerano un solo risultato disponibile: la vittoria. A confermarlo è lo stesso tecnico Piefrancesco Ulivi, che approfittando dell’intervista esclusiva per la nostra redazione proclama attenzione ai suoi: “Siamo consapevoli dei nostri mezzi, ma sappiamo perfettamente che il calcio porta sempre delle insidie. Le partite non si decidono a tavolino e sul campo può succedere di tutto. basti guardare la sfida con la Virtus Goti. I sanniti sono venuti agguerriti e con la difesa tutta composta da over per limitare gli errori. Volevano fare i risultato e anche in questa partita sono arrivate le insidie. Noi siamo stati bravi a trovare in poco tempo il doppio vantaggio, ma questo non può che farci capire che non dobbiamo abbassare la guardia. La Polisportiva Santa Maria è una squadra composta da individualità importanti, Pirozzi è un bravo tecnico, esperto, quindi non possiamo permetterci di abbassare la concentrazione o di sottovalutarli. Hanno una buona tecnica ed una nuova tattica”.

Due risultati a disposizione del Villa Literno, uno per la Polisportiva Santa Maria; una squadra che ha lasciato per strada pochi punti, contro una che ha combattuto fino all’ultimo per riuscire a mantenersi nella zona play-off. Pirozzi non si nasconde, vuole provarci e lo conferma proprio ai microfoni dei colleghi di Infocilento, ma definisce il Villa Literno l’Himalaya: “E’ una comunicazione atta a creare degli stimoli ai suoi ragazzi. Come ho detto non possiamo permetterci delle incertezze, dobbiamo arrivare concentrati. Abbiamo lavorato tanto in questa settimana per trovare varie ricette per questa partita. Chi temo? Non voglio soffermarmi sui singoli, perchè al di là di Piccirillo o di Galdi c’è anche Romano che ha fatto otto gol. Questo per dire che io giudico il complessivo. Pirozzi è stato in grado di creare un complessivo importante”.

Soffermandoci, però, sulla condizione fisica e mentale dei casertani: “Siamo al completo, tutti i giocatori sono a disposizione. Abbiamo lavorato tanto e ora c’è anche la tensione che inizia a farsi sentire. Diciamo che non vediamo l’ora di scendere in campo. Sicuramente noi arriveremo con la voglia di vincere nei 90′, poi se si arriverà ai tempi supplementari bisognerà gestire bene le forze, ma anche gli equilibri. Bisogna saper scegliere bene chi subentrerà, stando attenti a non spostare gli equilibri. Come si sa noi abbiamo due risultati a disposizione, ma non ci culleremo su questo. Loro dovranno per forza vincere, quindi diventa difficile fare dei programmi, anche se si partirà con un atteggiamento attendista, sicuramente cercheranno di fare qualcosa in più se il risultato di parità continuerà a primeggiare”.

Cristina Mariano