Vico Equense 1958. Verso il Quartograd con i “Millennials”, Porzio: “Sono pronto”

Si sta svuotando l’infermeria del Vico Equense, che domenica sarà impegnato a Massaquano (ore 14.30, ingresso gratuito) contro il Quartograd, ma restano da valutare alcune situazioni delicate e dunque non mancano i dubbi di formazione per Spano, che domani farà sostenere alla squadra la consueta seduta di rifinitura. Sicuri assenti il centravanti Luca Borrelli, che sarà squalificato, e il difensore Del Franco, che sta svolgendo differenziato insieme al centrocampista Coppola (‘2001). Ha disputato il primo tempo della partitella, ieri, il difensore classe 2001 Francesco Oliva mentre è rientrato in gruppo a tutti gli effetti il centrocampista, classe ’99, Francesco Correale.

CLASSE 2000 Proprio i giovani si stanno mettendo positivamente in mostra in questa prima parte di stagione nel corso della quale alcuni ragazzi, classe 2000, si alternano tra la prima squadra e la Juniores. Ha già segnato ben cinque reti l’esterno destro Vincenzo Imperato, vicano doc, mentre a sinistra, nella linea difensiva, è titolare da diverse partite ormai Gaetano Correale (vedi foto), che dopo una sola presenza in Eccellenza con il Sant’Agnello è ora tra i prospetti più interessanti della Promozione. In grande evidenza nell’ultimo periodo l’ala Carmine D’Alessio, capocannoniere della formazione Juniores, che già ha esordito con i “grandi” come aspetta di fare il più piccolo, invece, della compagnia: il portiere classe ‘2002 Gennaro Savarese. A trainare i compagni più giovani ci stanno pensando gli elementi più esperti e carismatici della squadra, tra i quali va certamente annoverato Ciro Porzio: “Sono finalmente pronto, sto bene e conto di essere della partita sin dall’inizio contro il Quartograd – dice il centrocampista vicano doc -. Una sconfitta ci può stare contro una buona compagine come il Sant’Antonio. Abbiamo sentito troppo la tensione in avvio, ma ora dobbiamo ripartire dalla ripresa che abbiamo giocato bene. Dobbiamo lavorare sereni con la consapevolezza di essere una squadra forte che può rimontare questo distacco dalla capolista, il campionato non è affatto chiuso”. Porzio può essere un valore aggiunto per il Vico: “Siamo una formazione tecnica, dobbiamo giocare il pallone e non rincorrerlo. Da questo punto di vista credo di poter dare un buon contributo, specie nella zona centrale del campo dove mi sento nel vivo della manovra. Ho sbirciato il calendario, ma dobbiamo pensare solo al Quartograd e a tornare alla vittoria, contando magari sul supporto del nostro pubblico che confido venga numeroso a Massaquano come accaduto già con Procida e Puteolana”.

ASD VICO EQUENSE 1958