Vibonese-Pomigliano 2-2. Varriale e Pesce illudono: succede tutto nel primo tempo

Pomigliano ad un passo dal bis: la Banda Seno, in vantaggio di due reti al 20′, si fa recuperare in poco più di 10′: succede tutto nella prima frazione di gioco. E’ il secondo minuto, quando Varriale, sempre più difensore-bomber, insacca di testa una punizione liftata di Fabio Oretti. Per l’ex Lazio è il terzo sigillo stagionale (sulle sei totali dei granata). Seno intima i suoi di non abbassare il proprio baricentro e cos√¨ al 22′ arriva il raddoppio firmato Nicolas Pesce. L’azione si sviluppa ancora da calcio piazzato: Panico pesca Rea in area, che fa da sponda per l’ex Napoli. Esordio bagnato con gol: niente male per il centrocampista classe ’93.

Quando tutto sembra in discesa, ecco l’episodio che cambia l’inerzia del match: alla mezz’ora bomber Marasco corregge in rete un angolo dei suoi, riaprendo la partita. De Rosa e compagni sembrano intimoriti e cos√¨, quattro minuti dopo, la Vibonese trova addirittura il pari: quattro reti in meno di 35′. Il marcatore è Spanò. Incredibile.

La prima frazione di gioco si conclude col Pomi riversato nella trequarti calabrese: inutile la collezione di corner consecutivi, si va negli spogliatoi sul risultato di parità.

La ripresa, paradossalmente, registra ritmi molto più bassi dei primi 45′: la stanchezza comincia a farsi sentire. Seno prova a mischiare le carte, lanciando Cerchia (che rileva Oretti) e Manco in luogo di Manfrellotti. Gli avvicendamenti non portano però ai frutti sperati: si torna da Vibo Valentia col quarto punto stagionale e qualche rimpianto.

Condividi