Verso Juve Stabia-Siena. Quanti dubbi per Braglia

Domani torna a scendere in campo la serie B, e con essa anche la Juve Stabia, che cerca, tra le mura amiche, i primi punti in questo campionato, dopo aver perso le prime tre gare della nuova stagione. A far visita alle vespe sarà il Siena di Beretta, che ha collezionato sei punti, frutto delle due vittorie interne ai danni di Crotone, all’esordio, e Bari. Le due squadre non si affrontano da otto anni, era l’estate del 2005 e le due compagini si scontrarono al primo turno della Coppa Italia, sempre al Menti di Castellammare, e vide le vespe soccombere per 1-2 nei minuti finali, dopo essersi portate in vantaggio con Castaldo.

Quella che arriverà domani a Castellammare sarà una formazione in cerca di punti utili per portarsi tra le prime della classifica, per cercare di ritornare al più presto nella massima categoria, come affermato dallo stesso Beretta: “Sarà un impegno ostico quello che ci troveremo ad affrontare domani, giocheremo in uno stadio caldo e su di un terreno che non conosciamo. Braglia, come affermato ieri, chiede ai suoi di diventare squadra, che da soli non si vince, e soprattutto chiede una prova d’orgoglio ai più esperti. Tanti i dubbi di formazione: sicure le assenze di Mezavilla e Ciancio per infortunio, per il resto non sono da escludere cambi dell’ultim’ora. Mercoled√¨ il tecnico toscano contro la Primavera schierò un 4-3-3 con Contini, Lanzaro, Ghiringhelli e Martinelli in difesa; Scozzarella, Doninelli e Vitale a centrocampo ed il tridente offensivo composto da Sowem Doukara e Di Gennaro. In mediana potrebbe però trovare una maglia da titolare il capitano Caserta, recuperato dall’infortunio.

Gianluca Brancati

Condividi