Uefa Futsal Champions League. Feldi a valanga, dieci reti al Petrow

Non era facile l’esordio, per pressioni e preoccupazioni, ma il secondo match poteva nascondere insidie. Invece così non è stato, la Feldi Eboli mette in scena una prestazione maiuscola, annichilendo i lettoni del Petrow. Dopo un inizio equilibrato, la prima frazione di gioco termina con le volpi avanti di quattro reti, nella ripresa la squadra di Samperi dilaga conquistando la vittoria.

Sabato il terzo ed ultimo match contro i padroni di casa dello Zalgiris di Kaunas, ma il passaggio del turno in Uefa Futsal Champions League che si profila all’orizzonte.

FELDI DILAGANTE, ANNIENTATA LA RESISTENZA LETTONE

Proprio come nella gara d’esordio, così anche nella seconda sfida, la Feldi Eboli sciorina gioco, imponendo la propria impronta alla gara. Le volpi del futsal devono, però, scontrarsi contro il muro del Petrow, che difende con il col coltello tra i denti, cercando poi la ripartenza. La manovra offensiva dei lettoni è confusionaria e poco sensata, mentre quella dei rossoblù è di tutt’altra pasta. Il match resta bloccato, almeno nel risultato, per lunghi tratti. A rompere l’incanto è Vincenzo Caponigro che, su assist di Fantecele, supera Krizanovskis.

Un vantaggio effimero, perchè il Petrow trova il pareggio con Kozlovskis. Tutto da rifare per la Feldi, il team di Samperi torna a costruire le proprie fortune ritrovando il nuovo vantaggio grazie a Venancio. Ma è un botta e risposta, perchè i lettoni approfittano di un errore difensivo di Baroni per raggiungere il pareggio. A firmare la rete è Kuzmin. La Feldi sembra risentire e rischia ancora con il numero 10 avversario, che trova un Dal Cin pronto a chiudere gli spazi.

Una festa del goal nella prima frazione di gioco, che vede ancora la compagine campana ripotarsi avanti con Baroni. Resta in partita il quintetto di coach Sketovs, ma le volpi stemperano gli animi degli avversari trovando la quarta rete di Vava, grazie anche ad un errore dell’estremo difensore. Gli ebolitani dilagano con Fantecele, tramortendo Sens e compagni, che subiscono anche la sesta rete. Venancio firma la sua personale doppietta. Termina così la prima frazione di gioco, che vede la Feldi Eboli in vantaggio con merito sugli avversari.

VOLPI SENZA FRENI, ALL’ORIZZONTE IL PASSAGGIO DEL TURNO

Nella ripresa, nel giro di un amen, le volpi del futsal brindano al nuovo vantaggio. La settima rete porta la firma di Giulhermao, che poco dopo suona anche l’ottava sinfonia. Sketovs gioca la carta del portiere di movimento, sperando di diminuire lo svantaggio creando la superiorità numerica. Una mossa che non ripaga i lettoni, visto che non trovano il bandolo della matassa. Straripante la Feldi che trova la nona rete con una giocata di tacco di Selucio.

Lettoni continuano a riproporre il portiere di movimento, riuscendo a rendere meno amara, seppur larga la sconfitta, con Babris che devia in rete. Arriva anche la doppia cifra per la Feldi Eboli e la doppietta di Selucio.

Termina così, la Feldi rifila dieci reti al Petrow e vede il passaggio del turno a portata di mano. Sabato, l’epilogo di questa settimana lituana contro i padroni di casa dello Zalgiris.

TABELLINO DI GARA
PETROW FC – FELDI EBOLI 3-10 (2-6 pt)

Petrow FC (Starting Five): Krizanovskis; Rimkus, Sens, Mickevics, Mik Babris. A disposizione: Labuts, Scuka, Kulepovs, Kuzmin, Mhitarjans, Kozlovskis, Rozkovskis, Seniuk, Felipe Reis. Allenatore: Artus Sketovs

Feldi Eboli (Starting Five): Dal Cin; Venancio, Vava, Giulhermao, Luizinho. A disposizione: Pasculli, Pieri, Caponigro, Scigliano, Calderolli, De Silva, Fancele, Baroni, Selucio. Allenatore: Salvatore Samperi

marcatori: 7’15” Caponigro (FE), 8’19” Kozlovskis (P), 9’11” e 18’51” Venancio (FE), 10’43” Kuzmin (P), 11’27” Baroni (FE), 11’46” Vava (FE), 14’58” Fantecele (FE), 20’22” e 22’30” Giulhermao (FE), 25’39” e 28’48” Selucio (FE)

ammoniti: //
espulsi: //
falli: 0-3 pt; 4-1 st

arbitri: Marjan Mladenovski (MKD), Nikola Jelic (CRO), Cristiano José Cardoso Santos (POR)
cronometrista: Sarunas Tamulynas (LTU)