Turris. Sibilli stende il Real Vico ma la contestazione continua

La Turris torna al successo in campionato dopo circa un mese nel derby contro i costieri del Real Vico di mister Cioffi che sono scesi in campo troppo lenti e remissivi. Il clima che si respirava al “Liguori” non è stato dei migliori; gli ultras corallini hanno deciso di disertare l’ impianto di Viale Ungheria lasciando i distinti, cuore pulsante del tifo biancorosso, desolatamente vuoti, mentre il resto della tifoseria, anche invogliata dai prezzi “simbolici” di 1 euro imposti dalla società, ha assistito la gara in tribuna. Mister Pensabene schiera la sua squadra con il solito 3-5-2 con De Carlo escluso di lusso in difesa e con Grezio e Croce in attacco. Per l’ allenatore dei costieri solito 4-3-3 con gli ex Della Ventura e Iovane dal 1′ minuto in campo.

CRONACA

Nel primo tempo i ritmi di gara sembrano quelli di fine stagione; sorprendentemente i padroni di casa sono più vivaci ma nel complesso sono pochi gli spunti di cronaca e i taccuini dei cronisti restano in bianco. All’ 8′ il primo tentativo dei biancorossi: Croce dal limite impegna Apuzzo alla deviazione in angolo. Al 12′ Pensabene perde Amendola costretto a lasciare il campo, al suo posto il giovane Morabito. Per registrare un’ altra occasione degna di nota bisogna attendere il 38′ quando Mannone, servito in area, colpisce in con poca forza e permette alla difesa costiera di liberare. Sul finire di tempo l’ occasione più ghiotta della prima frazione capita a Croce che in area da pochi passi spara su Apuzzo in uscita.

Nella ripresa la musica non cambia e a sorprendere in negativo sono sempre gli ospiti che non cercano di approfittare della situazione. A riscaldare gli animi ci pensano i tifosi corallini che dall’ esterno intonano cori ed espongono uno striscione eloquente che recita:”QUESTA SOCIETA’ NON VALE UN EURO” che viene accolto dagli applausi dei circa 400 torresi presenti in tribuna. Tornando alla cronaca, al 4′ Grezio, provando un improbabile rovesciata, colpisce al volto Apuzzo che deve lasciare il campo; al suo posto Loffredo. La gara si slocca al 22′ quando Sibilli da calcio piazzato sorprende il neo entrato portiere ospite e sigla la rete dell’ 1-0. Nel gioire dalla panchina il giovane corallino Iovinella, da poco sostituito da Pensabene con Lacheheb, scaglia con veemenza il pallone verso la tribuna e scatena l’ ira dei tifosi corallini assiepati sugli spalti. La reazione degli ospiti è impalpabile è l’ unico tentativo dei costieri è di Di Ruocco che ci prova con un tiro dal limite che termina fuori. A tempo scaduto Sibilli sigla il 2-0 che chiude il match su rigore procurato da Croce.

COMMENTO

La Turris sta vivendo un momento delicato dal punto di vista ambientale, ma nonostante tutto i ragazzi di Pensabene provano ad onorare al meglio la gara. Certo resta la forte spaccatura tra società e tifoseria che ormai sembra irreparabile e restano soprattutto le tante incognite su futuro del sodalizio corallino. Per il Real Vico prestazione incolore; mister Cioffi dovrà ancora lavorare tanto per conquistare la salvezza diretta.

TABELLINO

TURRIS:Liccardo, Accardo,Iovinella(dal 54′ Lacheheb), Allocca, Bisogno, Mannone, Amendola(dal 12′ Morabito)Manzo, Croce, Sibilli, Grezio( dal 76′ Postorino). A disp. Borrelli, De Carlo, Scognamiglio, Mansour, Cortese. Allenatore: Pensabene

REAL VICO: Apuzzo (dal 51′ Loffredo), Oriente, Lettieri, Della, Ventura, Maraucci, Schettino, Barone, Ferrara, Di Ruocco, Iovane(dal 60′ Circiello)Barone( dal 53′ Mascolo)

A disp. Loffredo, Cirillo, Vigorito, PriscoBiondi, Zamiglia, Coppola. Allenatore: Cioffi

ARBITRO: De Remigis di Teramo

AMMONIT:Grezio e Morabito per la Turris, Della Ventura, Maraucci e Loffredo per i costieri

SPETTATORI:400 circa

Marco Esposito