Turris. Bomber Longo tra corallini e Frattese: “Avremmo meritato di più, per i nerostellati..”

Nove è il numero di maglia, ha 31 anni, gioca nella Turris e ha fatto un campionato mostruoso risultando essere, ad una giornata dalla fine, capocannoniere del Girone I della serie D con ben 23 gol all’attivo. Fabio Longo è sempre stato una macchina da gol, ha sempre segnato cataste di reti in tutte le squadre in cui ha militato ma stavolta i suoi sono indirizzati verso un obiettivo ben preciso: la serie C, che a detto di lui: Quest’anno la Turris, con la società che ha sicuramente merita la C! Poi Torre è una piazza storica che mastica calcio da anni con dei tifosi che ti fanno sentire un giocatore veramente di un’altra categoria. Sarebbe veramente un peccato non vedere questa Turris in lega Pro.

La squadra di Franco Fabiano ha fatto un campionato pazzesco, alla lunga ha distaccato le altre squadre creando un abisso, sono i punti a dirlo: alla 33° sono 14 quelli che li separano dal terzo posto occupato dal Marsala. Ha quindi, con varie giornate di anticipo, ottenuto matematicamente il secondo posto del Girone dietro ad una nobile del calcio come il Bari che sta risalendo le montagne per ritornando agli antichi fasti e Longo ci tiene a sottolinearlo: Sicuramente il Bari merita altre categorie sia come blasone che come organico di squadra….

Però il bomber casertano ci tiene anche a spendere parole di orgoglio verso la società, che è risultata essere ambiziosa e di volere fare un salto di categoria importante: Quest’anno la società ha costruito questa squadra proprio per fare un campionato importante. Non è una scusante, ma senza il Bari nel girone avremmo noi vinto il campionato.

La Turris adesso è attesa al San Ciro di Portici per la 34¬∞ ed ultima giornata del girone. Giocherà su un campo non semplice, con mister Chianese e i suoi che vorranno ottenere i tre punti per conquistare i playoff tra le mura amiche. Contro invece si troverà una squadra che già ha ottenuto quello che voleva. In queste gare le motivazioni sono tutto e in Portici-Turris non sarà da meno. Sul rischio appagamento il bomber del girone: Noi fino alla fine giocheremo per vincere e chiudere il campionato alla grande. Sicuramente troveremo una squadra che avrà una determinazione grande per raggiungere il piazzamento playoff della classifica. Ma noi andremo l√¨ per vincere.

Dopo il Portici per Longo e compagni inizieranno i playoff, gare sempre molto ostiche, che possono riservare sorprese anche per una Turris che visto il Bari, il campionato fatto con caterve di gol, una delle migliori difese e il divario tecnico mostrato con le altre ha tutto il diritto di sentirsi favorita negli spareggi per la C e Longo lo sa: I playoff sono partite secche, quindi bisogna cercare di non sbagliare nulla perché nessuno parte favorito.

√à un Longo concentrato sugli obiettivi, parecchio focalizzato su ciò che vuole, anche a livello personale. Alla domanda se si sente un giocatore da categoria superiore, alludendo alla C e perch√© no alla serie B, lui si mostra soddisfatto di giocare in serie D ma anche voglioso di misurarsi in altre categorie superiori: Gioco in serie D e ne sono contento. Logicamente mi piacerebbe misurarmi in categoria superiore, chi non vorrebbe‚Ķ Aggiunge poi anche delle notizie di mercato passato, con lui coinvolto in trattative per un possibile approdo in C, di cui poi non se n’è fatto niente: Ho avuto in questi anni delle offerte da squadre di C ma o per un motivo o per un altro alla fine non si è fatto nulla.

Fabio Longo sembra essere quindi felice della piazza, dei tifosi e si riconosce nella ambizione della società. La società con cui intrattiene un ottimo rapporto e non dovrebbero esserci problemi per il rinnovo contratto che va in scadenza il 30 di questo giugno: Con il presidente ho un ottimo rapporto. Qualora si prenderà una decisione basterà solo una stretta di mano.

Come poc’anzi detto, Longo ha realizzato 23 gol nel Girone e molti di pregevole fattura. Ha oggi 31 anni e non si sente nel meglio della su carriera, anzi: Ogni anno che passa per me è sempre uno stimolo per fare meglio.

In ultimo il capocannoniere del girone, su espressa domanda, ha voluto intrattenersi anche per parlare della sua ex squadra: la Frattese. I nerostellati dopo non essere riusciti a vincere l’ultima di campionato con l’Afragolese e dopo aver perso la finale per la D col Giugliano, adesso si stanno preparando per la strada più lunga, quella dei playoff. Longo però ricorda con gran piacere la sua esperienza a Frattamaggiore: Si l’ho seguita‚Ķ peccato davvero che non sia riuscita a vincere lo spareggio promozione dopo un campionato fantastico. Mi è dispiaciuto molto!! Però dai, c’è ancora la speranza dei playoff. Sono molto legato a quella piazza, ho mantenuto i rapporti con molti, con Claudio Costanzo, con i dirigenti‚Ķci sentiamo spesso. Siamo amici e c’è un grande rapporto.

E su un suo possibile ritorno: Un giorno mi piacerebbe tornare. Fratta è casa mia.

Davide Brasiello