Turris. Attacco che delizia, Longo una macchina da gol

Non è bastato un infortunio a fermarlo, non è bastato un Bari padrone del campionato. Fabio Longo si conferma un cecchino sotto porta e non guarda in faccia nessuno. Quarantacinque giorni di assenza per via di uno stop forzato, ma l’ex Frattese non ha perso la forma sbagliante che lo ha caratterizzato per tutta la stagione.

Nel pomeriggio di ieri, infatti, Longo ha messo a segno una tripletta che ha indirizzato la Turris verso la 20esima vittoria in campionato. Tre gol in una partita per la prima volta in questa stagione dopo una serie di doppiette e gol singoli. La Turris ha sofferto per l’assenza del bomber casertano in sette partite fondamentali che avrebbero potuto riaprire la storia del campionato. Numeri da favola per Longo, che con la tripletta sul Città di Messina è arrivato a quota 22 gol in campionato, 24 se si va a contare quelli messi a segno in Coppa Italia.Statistiche che esulano dalla trasformazione dei calci di rigore, compito del centrocampista Aliperta.

Pilastro dell’attacco e giocatore generoso, Fabio Longo ha lottato contro l’infortunio, ma sempre stringendo i denti pronto a tornare in campo. Forza di volontà, fame e killer instict per il trentunenne ex Cerignola. A Torre del Greco sembra destinato a coronare la miglior stagione di sempre. Ancora tre partite per andare a battere il record personale di marcature in campionato, cioè i 24 in nerostellato.

Quanto amara è la presenza del Bari! Una Turris destinata a vincere il campionato ora lotta nella speranza di un ripescaggio nonostante i numeri siano stellari.

Cristina Mariano

PH Credit Pasquale D’Orsi