Trybe-Felice Rea. Un pomeriggio di straordinaria follia: aggressione all’arbitro in una partita 2010

Una giornata di straordinaria follia a Brusciano. L’ennesima, che fa trasforma lo straordinario in ordinario. Nel pomeriggio di ieri al campo Giacomo Piccolo era in programma un derby per la categoria 2010. Ancora una volta, però, la cronaca sportiva lascia il posto al racconto dell’ennesima aggressione nei confronti di un direttore di gara.

In campo a sfidarsi il Trybe e la Felice Rea, due squadre di Pomigliano, per un derby di piccoli atleti classe 2010. Gli ospiti sono riusciti a passare in vantaggio, ma la Trybe ha rimontato il risultato passando a condurre con un 2-1. Da qui gli animi hanno iniziato a surriscaldarsi, ma a cinque minuti dalla fine la situazione è degenerata. Il direttore di gara è stato costretto a sospendere il match dopo aver concesso un calcio di punizione dal limite in favore della Trybe.

Invasione di campo e aggressione nei confronti del direttore da parte di un genitore di un calciatore della Felice Rea. Di fronte l’immobilità di tutti, tranne degli allenatori della Trybe e della Felice Rea, che hanno provato a difendere l’arbitro, restando, però, loro vittime dell’aggressione. Una giornata di sport rovinata per i bambini, ai quali resterà il ricordo di un pomeriggio di terrore e lacrime.

LEGGI ANCHE: TRYBE-FELICE REA. RIMETTIAMO LO SPORT AL CENTRO

Cristina Mariano

Condividi