Terremoto in Lega Pro, si dimette il presidente Ghirelli

Terremoto nella governance di Lega Pro. Si è dimesso il presidente Francesco Ghirelli dopo oltre quattro anni alla guida della terza serie calcistica. Decisiva la bocciatura della sua proposta di riforma dei campionati avvenuta all’ assemblea di ieri che prevedeva per la Serie C  una formula a sei gironi (da 10 squadre) e l’eliminazione della promozione diretta per incrementare i ricavi dei diritti tv.  I numeri a favore della riforma erano comunque abbastanza cospicui: 34 club si erano espressi a favore, ma ciò non è bastato a raggiungere il quorum, fissato a 40. 24 i voti contrari, mentre una società si è astenuta. Il format avrebbe lasciato immutate le quattro promozioni in B e le 9 retrocessioni in Serie D, ma ha visto la contrarietà di diversi club competitivi, che temevano una permanenza eccessiva nella categoria.

Un esito che ha amareggiato il presidente dimissionario il quale ha spiegato le sue ragioni con una lunga lettera che ripercorreva anche la lunga carriera di dirigente sportivo.  Una sconfitta politica chiara per Ghirelli, anche se, secondo le indiscrezioni, diverse società stanno in queste ore premendo affinchè l’ex presidente della giunta regionale umbra ritiri le sue dimissioni, tra queste, pare,  ci siano le società pugliesi del girone meridionale.