Sporting Tigre Acerra. Fulmine a ciel sereno, Tufano si dimette: “Questo non è più lo sport che mi piace”

In seguito all’episodio della scorsa domenica, quando la partita dello Sporting Tigre era stata sospesa a causa di sputi arrivati all’arbitro da parte di persone non identificate ma riconducibili a celcettisti dello Sporting Tigre stesso, il presidente Gianluca Tufano ha deciso di alza bandiera bianca e di lasciare il ruolo di presidente.

Lunga la sua spiegazione arrivata dopo due anni dal suo insediamento durante i quali ha cercato di portare la sportività, il fairplay e la solidarietà all’interno della sua squadra militante nel Serie D di Futsal Campania.

“Lo Sport dilettantistico per me è stato sempre un momento di aggregazione e di svago. Ma ormai negli ultimi due mesi in Società l’aria era diventata irrespirabile con fatti accaduti che non entrano nella mia indole sportiva. Ho sempre fatto il possibile per portare tutta la società ai massimi livelli di FAIRPLAY, ma questo purtroppo negli ultimi tempi non è accaduto ed infatti mi sono sempre dissociato da tutti gli eventi che hanno portato solo danni alla mia persona.

Lo sport di qualsiasi disciplina, si porta avanti ai livelli alti quando tutta la dirigenza è d’accordo su qualsiasi decisione Societaria, ma questo purtroppo non accadeva da mesi. Questo non è un comunicato ma un vero e proprio Sfogo. Non sto qui a raccontare i vari episodi accaduti, ( per privacy nei confronti di molte persone ) ma a ribadire solo quello che è stato mandato in FIGC, che : Io Gianluca Tufano mi dimetto da tutti gli incarichi Societari, essendo venuto a mancare il rapporto fiduciario con l’intera dirigenza a causa di mancanza di Diligenza e Zelo.

Lo sport è vita questo è stato e resterà sempre il mio motto. Voglio Ringraziare tutte le Società amiche che mi sono vicine in questi giorni facendomi sentire il loro calore sia telefonicamente che di persona. “Ovviamente sono già pronto con il mio solito sorriso ad affrontare progetti Futuri insieme ad altre società amiche che vogliono la mia presenza come grande portatore di FAIRPLAY”
#losportèvita”