Sporting Barra. Guadagnuolo tra mercato e ritiro: “Contento e sicuro del nostro lavoro”

Lo Sporting Barra nella giornata di oggi ha disputato la prima amichevole contro la Virtus Campania Ponticelli, vincendo con il risultato di 1-0. A segnare Pasquale CarotenutoRisultato importante contro una squadra allenata da un tecnico di Serie D e con una rosa che conta tra le propria fila calciatori di livello come Agate, Spilabotte e non solo.

“Più che parlare della partita di oggi mi soffermerei sulla settimana di allenamento -commenta ai nostri microfoni Roberto Guadagnuolo- A Livello fisico la squadra ha risposto bene e nell’amichevole si è visto. Reparti stretti, squadra compatta, passaggi di alto livello, giocate di altra categoria, ma d’altronde con i calciatori che abbiamo non poteva essere il contrario. Sono contento anche dell’approccio dei giovani. Conoscendo il lavoro di Sarnataro mi aspettavo questo. Ho la sensazione che stiamo facendo un buon lavoro. Durante la settimana è un piacere arrivare al campo e trovare tutto organizzato nel migliore dei modi, non facciamo mancare niente ai nostri calciatori e al nostro staff”.

Marcato e operazioni ancora da mettere a segno: “Il mercato chiuderà quando la federazione deciderà che sarà chiuso. Il grosso certamente è stato fatto. Sono soddisfatto dei giovani, perchè abbiamo un parco under competitivo e di spessore. Arriverà Bottiglieri dal Gladiator, ma in ogni caso per puntellare qualche altra cosa sicuramente ci faremo trovare pronti, sempre se ce ne sarà la necessità”.

Dal mercato al calcio giocato e le ipotesi del gironi del campionato di Promozione: “Non mi interessa molto il girone, mi fido del lavoro che stiamo facendo. Mi interessa che la squadra risponda bene e nelle aspettative che tutti si aspettano per la qualità della rosa. Puntiamo al vertice, quindi mi aspetto risposte di questo tipo. In ogni caso, credo che se il criterio è sempre quello territoriale, dovremmo essere aggregati al girone napoletano. Ma, ribadisco, poco mi importa, mi importa che siamo competitivi e protagonisti”.

Infine, una chiosa sulla società: “Onestamente qui sono contentissimo. C’è una società solida. Il suo Mango-De Gesto hanno creato un ambiente sereno, organizzato. Questo è importante per pensare in grande e per crescere. Sembra di essere in una vera e propria azienda e questo è fondamentale  Sono fortunato a stare sempre a contatto con il direttore generale Armando Mango, un pilastro per questa società, non lascia niente al caso e cura ogni dettaglio”.

Condividi