SPECIALE MARCIANISE. Viaggio nel mondo gialloverde in vista della Turris

Magic moment in casa marcianisana grazie allo splendido avvio di campionato dei ragazzi di mister Antonio Foglia Manzillo. Negli studi di via Bronzetti mercoled√¨ un super special dedicato alla capolista del girone H grazie all’intercessione dell’addetto stampa Paolo Rusciano e direttore tecnico Alessandro Malafronte. Presenti ben sette calciatori della prima squadra . In tutti la consapevolezza di far parte di un progetto importante con una società solida alle spalle come quella cara al presidente ing. D’Anna. Il momento è d’oro:la città si risveglia ebbra di gioia per una squadra che emana fascino e voglia di riconquistare quanto prima il fascino dell’antico passato. Domenica la capolista riceverà la Turris avversario tignoso ed attrezzato per il salto di categoria. Padroni di casa col vento in poppa, con un attacco che gira come un orologio svizzero. Si affronterà un avversario incerottato(out gli infortunati Gatta,Iovinella, Allocca,Brasicki). Da valutare in casa marcianisana qualche elemento uscito malconcio dalla trasferta di Bisceglie . In campo undici leoni per un unico grande obiettivo:che lo spettacolo cominci!

Gioved√¨ sera la doccia fredda con la comunicazione della Prefettura di Caserta che dispone la disputa della gara in assenza di pubblico per gravi carenze strutturali dell’impianto sportivo.

Arriva in estate al Marcianise per far bene e dare il suo onesto contributo al reparto arretrato. Difensore classe ’88, l’esperto difensore Carmine Pagano vanta esperienze importanti in Prima Divisione tra le fila della Cavese. In serie D ha indossato la maglia della Turris con 28 presenze, Hyria e Verbano:un curriculum di spessore per un elemento in grado di fare la differenza:Vogliamo far bene. Domenica a Bisceglie contro una squadra che punta a vincere il campionato abbiamo ribaltato il risultato. Siamo in condizione migliore. Siamo tutti dei ragazzi vogliosi.Ci vogliamo mettere in mostra. Con persone giovani come il direttore tecnico Malafronte, un mister che si vuole mettere in evidenza,una società seria ed ambiziosa qui ci sono tutti gli ingredienti giusti per far bene. Siamo nella condizione ideale per fare bene. Sta a noi ripagare la fiducia della società

Irrefrenabile la gioia domenica scorsa per l’attaccante Emanuele Tenneriello classe ’91 :la sua rete al Bisceglie regala tre punti fondamentali alla capolista Marcianise. Grande la prova di carattere della capolista che in inferiorità numerica ha tenuto testa ad una compagine ben attrezzata come quella pugliese. Un cammino soddisfacente per la neo promossa:passano le giornate e arrivano vittorie convincenti contro avversari quotati. Tutta la gioia di Tenneriello:Ho provato grandissima gioia per una rete allo scadere. Sono corso ad abbracciare i miei compagni di squadra. Gioia immensa, dimostrazione di un grande gruppo.Lo spirito è quello di far meglio. In attacco ci sono giocatori molto forti, si cerca sempre di dare il piccolo contributo. Il calcio toscano è diverso , basato meno sulla pressione. Il calcio campano è più bello giocarlo, vai in piazze dove magari ti fischiano. Il mio sogno è di dare tutto, alla fine tireremo le somme. Mi auguro di vedere tanti tifosi pronti a sostenerci sempre

Estate con un’agenda ricca di colloqui per il direttore tecnico Alessandro Malafronte. C’era tutto un gran lavoro da fare svolto con grandissima professionalità. Il Marcianise è patrimonio della città di Marcianise ,una splendida realtà che sta ricostruendo mattone dopo mattone una splendida favola. Dal fantastico campionato scorso a quello attuale:periodo d’oro per il team marcianisano. Il direttore intervenendo negli studi di via Bronzetti avverte l’importanza della posta in palio:Partitissima per tutti , non per la squadra. I ragazzi si allenano come le altre settimane. Non c’è una pressione particolare, stanno tutti bene. C’è una condizione psicofisica molto buona, sarebbe assurdo fermarci. Le pressioni le hanno le squadre costruite per vincere come la Turris. Ne sono certo: non deluderemo. Prima di parlare di giocatori, abbiamo messo l’organizzazione davanti a tutti. Solo cos√¨ possono arrivare risultati ed obiettivi prefissati. Il presidente è l’ing.D’Anna che penso non abbia bisogno di presentazioni. Il direttore generale è Salvatore D’Anna ,il mister è Foglia Manzillo, la segreteria Carmine Landolfo e Franco Costantino , il preparatore atletico Filippo Capasso, il preparatore dei portieri Caropreso. La società li ha messi nelle condizioni di poter rendere al meglio. Dobbiamo conquistare 45 punti, conquistiamoli entro il 30 Gennaio. Si parla della gara,la posta in palio è altissima

Proveniente dalla primavera della Juve Stabia, il mancino tutto pepe classe ’94 Giacomo Corduas si è imposto all’attenzione generale di tifosi ed addetti ai lavori per la qualità delle sue giocate :gioca col piglio del veterano. La sinistra la sua fascia di pertinenza , ritrova mister Foglia Manzillo che lo conosce dai tempi di Castellammare. Il rammarico della squalifica rimediata domenica scorsa a Bisceglie, priverà lo scacchiere marcianisano di un elemento importantissimo::Col prosieguo delle partite ho visto la squadra giocare bene. Tutti i singoli giocano meglio. Il rapporto e’ ottimo con tutti. Già conoscevo Mariano Gerardi e il mister dalla primavera della Juve Stabia. Spero di arrivare ai più alti livelli possibile. Punto ad apprendere dai piu’ grandi della squadra per migliorarmi. Col 4-3-3 a sinistra mi trovo bene come con la difesa a tre. La gara di domenica ci ha regalato una grandissima emozione, peccato per l’espulsione

Una splendida tripletta in serie D non è da tutti i giorni. Si gioca una grande chance di far bene con la maglia della sua città. Giuseppe Allegretta classe ’93 sprizza gioia da tutti pori quando ripensa alla fantastica domenica contro la Mariano Keller. L’attenzione si sposta poi sull’imminente impegno contro la Turris. Sfida speciale per lui, da ex:Per me contro la Keller una giornata indimenticabile. Ero all’esordio da titolare. Sostituivo Nicola Citro. E’ la mia prima tripletta in carriera. Arriva ora la Turris :sono un ex. Spero di dare anche in parte un minimo contributo alla gara, ci tengo. Col mister ho un rapporto normale da calciatore ad allenatore. Mi alleno sempre al massimo, sono pronto. Il feeling con i tifosi è speciale. Sono tutti miei amici. Il calciatore ha voglia di giocare, personalità non indifferente:pronto per ritagliarsi il suo spazio alla grandissima per la causa.

Play maker di centrocampo vecchio stampo, grande duttilità tattica:ecco l’identikit di Marco Conte classe ’88 ex Matera , Sibilla e Torrecuso. Reduce dall’esperienza con la maglia della Puteolana con una splendida salvezza, ecco l’arrivo al Marcianise in una splendida realtà: Un invito a tutta Marcianise a partecipare domenica ad una partitissima. Abbiamo bisogno del calore dei nostri tifosi. Conosciamo Marcianise per il passato illustre. Conosco l’allenatore e sappiamo come lavora. Siamo tutti titolari ,nessuno indispensabile. C’è il ballottaggio ogni settimana

Pietro Mariano Gerardi è tra i talenti più interessanti in circolazione considerata la giovane età ed il suo indubbio valore. Classe ’94 svincolato a fine giugno dalla Juve Stabia,esordisce in C1 all’età di quindici anni. Esperienze importantissime nei settori giovanili di Nocerina, Salernitana e Juve Stabia. A Marcianise ritrova mister Antonio Foglia Manzillo suo allenatore ai tempi della Juve Stabia. Il team marcianisano gioca a memoria:Stiamo provando una forte emozione, siamo partiti bene . Il nostro obiettivo resta la salvezza. Da Torre del Greco annunciata una massiccia presenza di tifosi al seguito Marcianise è piazza difficile :bello giocare bene in questo stadio. Conquistiamo più punti possibile per i nostri tifosi. Che sia la festa dello sport, che vinca il migliore

In estate la preparazione con l’Equipe Salerno prima della chiamata del Marcianise. Nicola Citro, classe ’89 .E’ la stella della squadra. Un lusso per la categoria poter esibire tra le propria fila un talento del calibro di Nicola Citro. Inizio di stagione sontuoso con giocate da palato fine, tocchi di prima ed intesa con l’attaccante Iadaresta ai limiti della perfezione.Strano il calcio che annovera in quarta serie talenti che meriterebbero come minimo la Lega Pro. Fortuna per il Marcianise abile nell’aspettare e piazzare il colpo decisivo per ingaggiare il forte centrocampista dal sinistro magico. Una carriera che parla da s√©: due campionati vinti con l’Ebolitana , ultime stagioni con Valle Grecanica e Città di Messina dove ha realizzato 21 reti. Storia di uno degli attaccanti più forti visti in D . Assist al fulmicotone, repentini contropiede e giocate spettacolari nell’uno contro uno fanno di Nicola Citro il gioiello che tutta Marcianise coccola:Ci stiamo impegnando tantissimo. Diamo il massimo per una società che difficilmente si trovano in queste categorie. Non ci vogliamo fermare e speriamo di continuare come stiamo facendo. L’intesa con Iadaresta è ottima:ci siamo trovati bene sin dal primo momento. Ci sono giocate che vanno migliorate, dobbiamo continuare a lavorare. Il campionato di serie D è difficile. Ero convinto di poter far bene. Non mi aspettavo il primato da soli. Ci prendiamo il meritato primo posto ed andiamo avanti. In queste prime sei partite nessuno ha fatto rimpiangere nessuno. Giochiamo tutte le partite per vincere. La Turris è una grandissima squadra.Marcianise-Turris è gara importante. Daremo il massimo. I tifosi sono calorosi e ci seguono sempre

Mario Fantaccione

Condividi