Spartak San Nicola. Finale thrilling con lo Scalc1one, espugnato il “Pala Wojtyla”

Con un finale thrilling il C.F. Spartak San Nicola espugna il Pala Wojtyla di San Sebastiano al Vesuvio ed ottiene l’intera posta contro un tenace e combattivo Scalc1one. I gladiatori sannicolesi infatti battono per 5 a 4 i vesuviani di mister Moccia. Oro puro per i ragazzi di Emilio Panniello sia perch√© bissano il successo conseguito la scorsa settimana ma soprattutto in vista del prossimo, difficile, trittico d’incontri contro Real Sant’Erasmo, Trilem Casavatore e Parete. Compagini che allo stato occupano le prime posizioni di classifica dietro il favorito Real Ottaviano. Gli “starting five” iniziali vedono in campo, per i locali, Esposito, in porta, Cretella, centrale, Cennamo e Contaldi, esterni, Poerio, pivot. Panniello risponde con Ferraro, tra i pali, Ferrante, centrale, Somaripa e Brunelli, sui lati, Tauro, pivot. La partita inizia con squadre guardinghe ed in fase di studio. Dopo pochi minuti cominciano a fioccare occasioni da rete per i nostri gladiatori mentre gli uomini di mister Moccia agiscono soprattutto di rimessa. Al 4’18” è Somaripa, eroe di giornata, a sbloccare il risultato con un diagonale all’incrocio dei pali, portando lo Spartak in vantaggio. I ragazzi del presidente D’Andrea insistono, con l’intento di chiudere subito il match ma falliscono tante occasioni da rete. Alla fine il nostro report annoterà circa 20 azioni degne di diverso epilogo ! Come sovente accade negli sport di squadra, dopo tante occasioni fallite, lo Spartak subisce il pari con Contursi che fissa la prima frazione di gioco sull’1-1. I sannicolesi però devono soltanto rammaricarsi per le tante occasioni da rete sprecate. Il secondo tempo inizia con lo stesso leit-motiv del primo: la voglia di vincere degli uomini di Panniello è tanta che li porta a cercare la rete in tutti i modi. Il più delle volte però con azioni personali piuttosto che con gioco di squadra. Lo Spartak esercita pertanto un pressing asfissiante che se da un lato può essere proficuo dall’altro espone la squadra a ripartenze avversarie. Su una di queste infatti al 34’10” i locali passano addirittura in vantaggio, ancora, con Contursi.

Veemente ed attesa la risposta ospite con ulteriori occasioni fallite finquando al 41′ tocca a Francesco Tauro realizzare il gol del pari: 2-2 ! Le energie profuse dalle due squadre portano ad una decina di minuti di stanca, le formazioni appaiono guardinghe giocando piu’ di fioretto che di spada. Le occasioni comunque non mancano ma al 57′ è Cretella, migliore dei vesuviani, a bagnare il suo rientro con il gol del 3-2. I gladiatori accusano il colpo, la rete di vantaggio dei locali sa di beffa ed hanno un momento di sbandamento. A questo punto sale in cattedra il giovane portiere sannicolese, Ferraro che per ben due volte e’ provvidenziale salvando il risultato. I suoi prodigiosi interventi danno la scossa alla squadra che al 59’40” con un diagonale del solito Somaripa realizza il pari: 3-3.

Gli arbitri assegnano tre minuti di recupero ed in questo lasso di tempo ci sono ancora forti emozioni. Al 61′ Tauro porta in vantaggio lo Spartak per il 3-4 che sembra decisivo ! Nulla di tutto ciò. Al 61’50” il giovanissimo Cennamo riporta nuovamente la situazione in parità: 4-4. Furente la reazione dei sannicolesi che vedono svanire il sogno dei tre punti, vitali per la classifica. Al 62’30 il solito Somaripa realizza, in mischia, la rete del 5-4 ribattendo in rete una corta respinta di Esposito fissando cos√¨ il risultato su quel punteggio. Tripudio degli ospiti per i tre punti voluti e conquistati con ardore. Delusione invece per mister Moccia ed i suoi ragazzi che forse avrebbero meritato il pareggio per l’impegno profuso in gara. Archiviata questa partita lo Spartak si prepara alla prossima, tra sette giorni, quando al Pala Ilario” sarà di scena il Gladiator S. Erasmo per un inedita sfida tra l’allievo, Emilio Panniello ed il maestro, mister Lieto, uniti da una sincera amicizia di vecchia data.

Condividi