Sorrento 1945. Si pensa al futuro, Amodio e Maiuri ancora rossoneri

Programmazione e futuro. Su questo si poggiano gli ultimi incontri del Sorrento 1945, che sembrerebbe aver trovato la quadra, almeno per quel che riguarda una parte della questione tecnica. Antonio Amodio e Vincenzo Maiuri vanno verso la permanenza. Per il diesse arriva l’ufficialità da parte della società, mentre si attende ancora di capire la sorte del tecnico, che comunque dovrebbe restare, declinando la corte delle altre squadre.

Un futuro da progettare, quindi, quello che ha visto il Sorrento chiudere, alla cristallizzazione delle classifiche, al terzo posto in classifica, con a pochi punti dalla vetta e ancora tante giornate da disputare. La sospensione del campionato ha spento i sogni del Sorrento, che in ogni caso si toglie qualche soddisfazione, sia da un punto di vista di risultati, che di classifica, che di progettualità.

Alla chiusura dei conti, i rossoneri si vedono al secondo posto in classifica, quella del girone, per il premio dei giovani di valore. Secondo posto, appunto, dietro il Fasano e un punteggio di 816 che frutteranno alla società costiera 15mila euro da investire nella prossima stagione. Un premio importante, che conferma la bontà della scelta del presidente Cappiello e del direttore sportivo Antonio Amodio, senza, ovviamente, dimenticare quello dello staff tecnico del settore giovanile.

Da cosa e da chi si ripartirà è ancora presto per saperlo, ma sicuramente nel cuore dei tifosi la voglia sarebbe quella di provare a confermarsi e migliorarsi ulteriormente provando a mettere su un progetto a vincere. In questo caso, resterebbe il nodo stadio Italia non adeguato alla Serie C.

Si attende, quindi, che vengano stabiliti i piani.