Snav Folgore Massa. Espugnato il PalaNapolitano, biancovedi a -1 dai play off

Il cielo è biancoverde al PalaNapolitano. Impetuosa dimostrazione di forza della Snav Folgore Massa, che si aggiudica lo scontro ai piani alti del girone G esibendo un livello di gioco a tratti siderale. Una vittoria secca. Schiacciante. Sul parquet di una Tya Marigliano reduce da 3 vittorie di fila, e che davanti al proprio pubblico era stata costretta a soccombere soltanto in due occasioni, e sempre al tie-break contro Ottaviano e Casarano. Coach Nicola Esposito aveva preparato perfettamente la gara in settimana: approccio giusto, consistenza al servizio ed estrema accuratezza in fase di ricostruzione. Casaro è stato il principale finalizzatore del primo parziale (6 punti), imitato da Ferenciac (7) e Fantauzzo (8) nei successivi due, a conferma di un sestetto ben assortito che può piazzare colpi mortiferi in qualsiasi momento e da qualsiasi posizione. La Folgore chiude cos√¨ la prima parte di stagione sul gradino più basso del podio, a -1 da Marcianise ed in piena corsa verso il sogno Serie A.

Biancoverdi in campo con Aprea-Casaro in diagonale, Fantauzzo-Ferenciac shiacciatori, Cuccaro-Deserio centrali con Denza libero.

PRIMO SET. Partenza sprint dei costieri, con il pallonetto regale di Fantauzzo, seguito dal primo tempo fotonico di Cuccaro ed il mani fuori di Fantauzzo a piazzare il primo break per l’1-3. Casaro entra nel tabellino (2-4), prima del muro di capitan Aprea (4-6). Due punti consecutivi di Ferenciac e la bordata di Casaro tutta muscoli e potenza scavano un nuovo solco (6-10), Marigliano prova a scuotersi dopo il time-out chiamato per riordinare un po’ le idee, ma non riesce a ritrovare il bandolo della matassa. Casaro trova l’incrocio delle righe da posto 4 (8-11), Cuccaro va a segno centralmente, Montò non trova il campo, mentre un primo tempo da urlo di Deserio indirizza la gara verso Massa Lubrense (10-15). Deserio è veloce di mano ma soprattutto di pensiero (14-18), quindi i padroni di casa pagano dazio a uno scambio lunghissimo con il pallone che esce ben oltre la linea dei 9 metri (16-20). Casaro piega le mani del muro (17-23) e poi chiude i conti piazzando l’ace che porta la Folgore avanti (18-25).

SECONDO SET. La Folgore mette subito il turbo. Marigliano riceve in maniera difettosa il tracciante di Ferenciac al servizio: Casaro non può fallire il rigore a porta vuota. Fantauzzo cerca e trova le mani del muro, e poi una battuta velenosa di Ferenciac sotto la linea dei 3 metri per lo 0-3 costiero. Fantauzzo non fa sconti (2-4), ma alcune infrazioni ed un ace del mai domo Montò permettono ai padroni di casa di mettere la freccia e portarsi in un lampo sul 6-4. Casaro e Fantauzzo riportano la contesa in parità, poi si prosegue punto a punto fino al 9-9. Ferenciac pennella lungolinea (10-10), capitan Aprea beffa la difesa mariglianese con un ace baciato dal nastro, quindi Cuccaro alza la saracinesca su Di Giorgio (10-15). La sospensione tecnica non cambia l’inerzia della gara: Fantauzzo va in cielo per attaccare in pipe, e poi Ferenciac si appoggia al muro per il +7 (10-17). Aprea alza dietro per il siluro di Casaro, mentre Fantauzzo mette il pallone a terra di prepotenza (14-21). √à un monologo massese: Deserio è insuperabile sotto rete, Casaro passa tra le mani di un disattento muro vesuviano (17-23), e dopo un attacco fuori misura è ancora l’ace di Casaro a mettere il punto esclamativo su un parziale sontuoso (15-25).

TERZO SET. L’equilibrio regna soltanto nelle fasi iniziali del set: Fantauzzo fa sfracelli (3-5), Marigliano rientra con Di Giorgio (5-5), ma subisce inerme l’allungo decisivo che conduce la Folgore verso la gloria. Parallela esterna targata Ferenciac, quindi Aprea utilizza gli occhi dietro la schiena per alzare un pallone con il contagiri per Casaro che trova la coordinazione per spolverare l’incrocio (5-9). Lo stesso Casaro incanta da seconda linea, Marigliano regala troppo al servizio, ed il monster block di Casaro dopo un salvataggio di Denza in versione stopper manda in visibilio i supporters provenienti dalla Penisola Sorrentina (10-15). La Folgore non vuole amministrare, ma continua a martellare con disarmante autorità. Fantauzzo va a segno al secondo tentativo, poi Ferenciac finalizza un lungo scambio con la freddezza di un veterano (11-17). Capitan Aprea regala spettacolo (12-20), Ferenciac allunga (14-22), il servizio a mezza altezza di Di Giorgio termina la propria corsa in rete (15-24) ed al primo match-point Casaro colpisce in 6 regalando gioco partita e incontro.

TYA PALLAVOLO MARIGLIANO – SNAV FOLGORE MASSA 0-3 (18-25, 15-25, 15-25)

SNAV FOLGORE MASSA: Aprea 3, Ferenciac 15, Fantauzzo 17, Cuccaro 3, Casaro 14, Deserio 4, Denza (L). Cambi: Miccio. N.e.: Della Mura, Gargiulo, Esposito, Cormio, Pontecorvo.
All: Esposito.