Siena-Avellino 3-0. Brutto risveglio per i lupi

All’Artemio Franchi di Siena i Bianconeri locali hanno la meglio sull’ Avellino al termine di una gara tutto sommato equilibrata, che il largo risultato finale non rispecchia appieno. I Biancoverdi partono subito forte e già al 2′ sfiorano il gol con Schiavon che non sfrutta al meglio un ben cross di Castaldo. Un minuto lo stesso attaccante giuglianese chiede il rigore per una contatto in area con un difensore senese, ma l’arbitro fa proseguire. Al 10′ √© il Siena a reclamare la massima punizione per una presunta trattenuta di Fabbro ai danni di Paolucci. I ritmi di gioco sono molto alti ed al 21′ Soncin, ben servito da Massimo, prova il tiro, ma la palla va fuori. Due minuti dopo triplo miracolo di Terracciano, che con tre interventi al limite dell’incredibile nega il gol prima a Scapuzzi, poi a Rosina ed infine a Pulzetti. Quest’ ultimo ci riprova pochi minuti dopo, ma Terracciano è ancora bravo a deviare in angolo. Al 35′ ancora proteste di Castaldo, atterrato al limite dell’area. sulla successiva punizione bella conclusione di Schiavon che però trova l’opposizione di Farelli. Due minuti dopo l’azione che sblocca la gara: al limite dell’area biancoverde Massimo sbaglia il disimpegno, la palla giunge a Giacomazzi che lascia partire un tiro imparabile per Terracciano. L’Avellino cerca di reagire, ma gli assalti degli irpini regalino soltanto dei calci d’angolo poi non sfruttati. Ad inizio ripresa gli uomini di Rastelli si lanciano all’ attacco e trovano anche il gol con Soncin, ma l’arbitro annulla per fuorigioco. Al 50′, però, il Siena raddoppia con una bella azione in contropiede di Rosina che trafigge l’incolpevole Terracciano. L’Avellino tenta di rientrare in partita, ma gli sforzi dei Lupi sono tutti concentrati in un colpo di testa di Castaldo che sfiora il palo. Il Siena invece approfitta degli ampi spazi lasciati a disposizione dai biancoverdi irpini soprattutto con Rosina, che prima, al 18′, impegna ancora una volta Terracciano con un bel tiro da fuori e poi, al 35′ lo trafigge per la terza volta approfittando di un errore dello stanco Izzo. A questo punto L’Avellino tira i remi in barca ed è ancora il Siena a sfiorare il poker con Paolucci. La partita termina con una brutta sconfitta che i giocatori irpini dovranno archiviare al più presto per pensare alla prossima gara con il Carpi.

Condividi