Serie A. La Flop Five della 20esima giornata di campionato

Alla stregua della classifica dei migliori, ecco invece i bocciati della ventesima giornata di Serie A:

5) Amauri (Parma). In una settimana passa da Top a Flop con una velocità disarmante. Colpa di quei maledetti undici metri, che avevano gli avevano sorriso sabato scorso a Livorno e che gli si sono rivoltati contro nel match di ieri con il Chievo. Fortuna, per lui, che prima Cassano e poi Lucarelli, in complicità con Puggioni, non abbiano fatto pesare il suo errore.

4) Onazi (Lazio). Se avesse potuto, Reja lo avrebbe divorato. Si concede due falli praticamente inutili regalando agli avversari la superiorità numerica. Nonostante ciò l’avversario dei laziali era la modesta Udinese, e per i biancocelesti vincere anche con l’uomo in meno non è stato poi molto difficile.

3) Guidolin (Udinese). Praticamente un disastro questa Udinese. Con l’uomo in più gli uomini del tecnico vicentino, dopo essere andati in vantaggio con Badu si segnano praticamente da soli, e, non contenti, concedono anche la rete della vittoria ad Hernanes, che ringrazia, fa la sua capriola, e regala i tre punti ai suoi. I tifosi friulani sono ora costretti a sperare che lo stadio nuovo che i Pozzo stanno mettendo su non debbano inaugurarlo in Serie B.

2) Palacio (Inter). Stecca ancora il trenza e questa volta lo fa fragorosamente. Davanti ai suoi ex tifosi, probabilmente emozionato dal ritorno a Marassi, si divora una serie innumerevoli di occasioni da reti. Purtroppo per lui, il turn over è impensabile, e, pertanto, è necessario un suo risveglio, quanto più presto possibile si augurano i sostenitori neroazzurri

1) Raul Albiol (Napoli). Un declino costante quello del centrale partenopeo che, dopo la partenza a razzo ad inizio campionato, si è pian piano adeguato alla mediocrità, fino a raggiungere l’insufficienza negli ultimi match. La trasferta di Bologna è solo la conferma del periodo no per il difensore delle furie rosse. Entra in entrambi in goal di Bianchi, che non è Cristiano Ronaldo (anche se ieri lo sembrava), perdendoselo in tutte e due le reti dell’attaccante bolognese. Forse un periodo di riposo, per lui che ha tirato la carretta fino ad ora, non sarebbe affatto un’utopia.

Fabio Sposito

Condividi