Serie C. Lo spettro dello sciopero incombe ancora sulla Lega

Non è ancora stato scongiurato lo spettro di uno sciopero minacciato dall’Associazione Italiana Calciatori nei confronti della Lega di Serie C, che come conseguenza avrebbe lo slittamento della prima giornata di questo campionato 2017/18. I calciatori hanno deciso di contestare soprattutto per aumentare il numero di calciatori over 23 tesserabili per ciascuna squadra (dai 14 attuali a 16), situazione che ha impedito a molti giocatori di trovare lavoro per la stagione che sta per iniziare e ha di conseguenza complicato il mercato delle squadre. Inoltre, il presidente dell’ AIC Damiano Tommasi ha criticato lo slittamento della scadenza dei pagamenti dei salari, che da giugno è stata modificata a settembre. Un’altra richiesta avanzata dall’ AIC è legata alla necessità di stabilire un tempestivo finanziamento del Fondo di Solidarietà per la copertura delle mancate fideiussioni non depositate dalle società Latina e Messina, pari ad una somma di 850.000 euro, non ammesse ai rispettivi campionati di appartenenza. Infine, l’Associazione vorrebbe anche ottenere il pagamento delle mensilità di gennaio e febbraio entro il mese di marzo, cos√¨ da poter consentire alla Lega di attuare le penalizzazioni entro la fine del campionato. Se questi problemi non dovessero essere risolti entro gioved√¨ 24 agosto, ovvero giorno del Consiglio dell’Assemblea delle società di C, si potrebbe andare incontro ad uno slittamento della prima giornata di campionato a data da destinarsi.

Ferdinando Gagliotti