Sensazioni Azzurre. Napoli-Lazio tra speranze e rimpianti

Sarebbe stato un bel duello tra Osimehn e Immobile ma purtroppo per il Napoli il ragazzone “biondo” ne avrà per settimane, mentre Ciro laziale è guarito.

Già, Ciro. Il Napoli ha il suo Ciro ed è in forma splendida, due grandi gol a freddo e uno mancato a Milano che avrebbe dato una svolta diversa agli entusiasmi di Inter e Napoli con un 3-3 che sarebbe entrato nella storia. Ma inutile piangere sui gol versati o sbagliati. Urge avere voglia e concentrazione dopo la sconfitta subita anche in coppa, l’unica squadra italiana che ha perso.

Non è ancora la svolta perché nessuno immaginava gli azzurri in testa a meno di un mese dal Natale. Ma certo è, che la sfortuna non guarda in faccia a nessuno. Sembra che per il Napoli ella si metta là a fissare i ragazzi di Spalletti come fosse sinistramente innamorata.

Smettiamola con la favola che quelli che mancano possono essere sostituiti, non è così e comunque nn vale per tutti. Il Napoli non può contare sul campione che ti decide la gara, troppe paturnie da tutti. E  Spalletti deve districarsi per tenere su morale e certezze in un momento delicatissimo.

Il tecnico toscano ha fallito le sue rivincite con la sua ex Roma ed ex Inter. Si spera possa riscattarsi con Sarri che è stato quello che ha portato il Napoli vicino allo scudetto, che sia di buon auspicio. Fns

a cura di Giuseppe Giannotti