Sciopero Lega Pro. Macalli: “Chi non c’è ne pagherà le conseguenze”

“E’ uno sciopero indebito. Io come presidente di Lega Pro devo far rispettare le regole. Per me il primo di settembre comincia il campionato. Chi c’e’ c’e’, chi non c’e’ ne paghera’ le conseguenze”. E’ il commento del presidente della Lega Pro, Mario Macalli, all’Adnkronos, allo sciopero annunciato dall’Assocalciatori per la prima giornata del campionato di Lega Pro. “E’ una decisione degna del peggior soviet russo -prosegue Macalli- stanno affossando il calcio italiano. E’ una posizione che non sta ne’ in cielo ne’ in terra”.(Adnkronos)

Condividi