Scafatese. Maxi ammenda per i gialloblù

Maxi multa per la Scafatese e relativa al match di campionato disputato, tra le mura amiche dello stadio “28 settembre 1943 – Giovanni Vitiello”, contro il San Marzano. Ai gialloblù è stata inflitta un’ammenda di 1000 euro da parte del Giudice Sportivo Territoriale.

Di seguito lo stralcio del comunicato del GST con le motivazioni del provvedimento:

AMMENDA
EURO 1.000,00 SCAFATESE CALCIO 1922

Come relazionato dal DDG nonché dai Commissari di Campo nei loro rispettivi rapporti, la Società si è resa responsabile:

  • per omessa vigilanza in quanto si permetteva che nello spazio antistante gli spogliatoi, al termine della gara, si trovassero numerosi sostenitori della Società che rivolgevano parole ingiuriose ed irriguardose sia alla terna che verso la Federazione;
  • che alcuni sostenitori della Società lanciavano diverse bottigliette di acqua verso la panchina avversaria che finivano sulla pista di atletica situata intorno al tdg senza colpire la panchina;
  • che un proprio sostenitore, dopo la segnatura della rete per la società, lanciava nei pressi della pista di atletica posta a intorno del tdg, una bomba carta che causava un boato intenso e forte;
  • che due raccattapalle della Società, al momento del rientro negli spogliatoi delle squadre, tra il primo ed il secondo tempo, riferivano frasi irriguardose e proteste alla terna arbitrale per cui venivano allontanati dal DDG;
  • che altri raccattapalle, dopo la segnatura da parte della squadra della Società, allorquando il pallone usciva dal tdg, ritardavano la consegna per cui si è verificata una tardiva ripresa del gioco ed in esito a ciò il DDG si vedeva costretto al 20^ del 2^ tempo, su segnalazione dell’AA2, ad allontanare due di essi dal campo, così come al 28^ del 2^ tempo in cui allontanava un altro raccattapalle.

La sanzione comminata è aggravata per la assoluta mancata collaborazione da parte della dirigenza della Società per porre fine a quanto rilevato.