Scafatese-M. Lubrense 2-2. Apre Lauro dal dischetto,doppio Chierchia e Starita fissano il pari

Scafatese Calcio:
Nasta, Amendola, Fontanella (Ammirati 40′ pt), Spera, Paragallo, Panico, Starita (gol 19′ – Almetti 33′ st), Lucarelli, Lupacchio, Teta (Vicinanza 27′ st), Lauro (R gol 12′).

Panchina
Gaiangos 96, Amore 97, Vicinanza 97, Romano, Imperato 96, Almetti 97, Ammirati.

Mister Ivan Faustino

Massa Lubrense:
Fiorentino Paolo, Siniscalchi (Aiello 27′ st), De Stefano, Cestaro, De Luca, Ferrara, Buonocore, Vinaccia, Apuzzo, Chierchia (gol 33′, 41′ st), Apreda.

Panchina:
Iaccarino, Fiorentino Stefano, Venanzio, Cappiello, De Maio, Cacace, Aiello.

Allenatore Luigi Gargiulo

Arbitro De Vito della sezione di Napoli.
Note: circa cento cinquantenne spettatori; Ammoniti: Spera, Lupacchio, Ferrara, Ammirati
Espulso: 11′ De Stefano, 31′ st Ferrara, Mister Gargiulo 31′,

La Scafatese Calcio lotta per il terzo posto contro il Massa Lubrense nella nona giornata di Campionato di Eccellenza allo stadio comunale “28 Settembre”. I canarini, all’esordio del Mister Faustino, subito aggressivi e con un solo imperativo in mente “vincere”. Al 6′ il primo calcio d’angolo del match lo batte la Scafatese Calcio ma la difesa penisolare salva tutto. All’11’ Lupacchio si libera al limite dell’area, la difesa avversaria tenta il tutto per tutto per evitargli il tiro ma De Stefano colpisce la palla con un braccio. Cartellino rosso per il numero 3 del Massa Lubrense , calcio di rigore. Dal dischetto ci pensa Lauro che non sbaglia. Al 12′ la Scafatese è in vantaggio: 1 a zero. Al 17′ ancora Lupacchio che tenta il tiro ma la palla finisce fuori. I canarini vogliono vincere a tutti i costi e la superiorità numerica e l’atteggiamento in campo sembra favorirli quando sono passati i primi venti minuti del primo tempo. Al minuto 27′ Starita da calcio piazzato punta su Lauro che sfiora il doppio vantaggio ma la sua azione è in fuorigioco secondo l’arbitro De Vito. La risposta del Massa lubrense da fuori area, fa tremare la tifoseria ma la palla finisce fuori. Al 31′ Starita vola sulla fascia e cede a Lupacchio: in area, qualche pasticcio, la palla finisce di poco fuori. Dagli sviluppi del calcio d’angolo, tenta il colpo anche Lucarelli ma nulla di fatto. Al 34′ Buonocore in area tutto solo prova a sfondare e passa a Chierchia: il suo tapin vale 1 a 1. Pochi secondi dopo ci prova anche Apuzzo. Si salvano i canarini. Minuto 37′ Lupacchio con un colpo di testa prova a riparare il danno senza successo. Dolori per Fontanella, entra in campo Ammirati. Siamo al 40′. Il primo tempo finisce 1 a 1, si torna negli spogliatoi.

Il secondo tempo inizia sotto la pioggia battente ed un forte vento. La gara si combatte a centrocampo. Al 10′ si libera Lupacchio e tenta il colpo ma si oppone il portiere. Pochi secondi dopo di nuovo Lupacchio ma la palla finisce fuori. Minuto 16′ calcio d’angolo per i canarini, nulla di fatto. Al 19′ gol di Starita: il numero 7 da solo in area non sbaglia. La Scafatese è in vantaggio. Al 21′ ci prova da calcio piazzato il Massa Lubrense ma para Nasta. L’azione insistita per fortuna non impensierisce i canarini. Dalla distanza al 26′ Siniscalchi tenta il tiro: si oppone il portiere gialloblu. In campo Vicinanza e Aiello al posto di Teta e Siniscalchi. La gara si infiamma per una rimessa laterale concessa alla Scafatese: espulso Ferrara, gli ospiti restano in 9 contro 11. Fuori per le proteste anche il Mister Gargiulo del Massa Lubrense. Si infortuna al 33′ anche Starita, entra Almetti. Un’azione in contropiede per il Massa Lubrense, gol di Chierchia. La gara è in parità al 41′ e finisce sul risultato di due a due.

“Un esordio difficile: dispiace perchè si voleva proseguire un discorso positivo in classifica. E’ un pareggio dovuto alla poca lucidità. Abbiamo gestito la gara in maniera sbagliata in diverse occasioni: anche dal punto di vista fisico questa squadra lascia a desiderare. C’è molto lavoro da fare: manca ancora la giusta determinazione, bisogna cercare di alzare la testa e lavorare sulla mentalità da adottare in campo” dichiara il Mister Ivan Faustino, tecnico dei canarini da gioved√¨.

Amare le parole del presidente Vincenzo Cesarano:

“La partita non è stata bella: mi aspettavo una reazione diversa invece abbiamo giocato male, ma meglio di domenica. E’ stata una settimana difficile da un punto di vista psicologico con il mister arrivato da pochi giorni e non solo. I reparti non hanno funzionato nei modi giusti. C’è amarezza ma dobbiamo crescere e tornare sulla retta via: non dobbiamo mai dimenticare che siamo tutti sotto esame” conclude il patron Cesarano.

Valeria Cozzolino
Addetto Stampa
Scafatese Calcio 1922

Condividi