Savoia. Terzo pareggio esterno consecutivo, ma Lega Pro è più vicina

Il Savoia non centra la tanto cercata vittoria in trasferta, ma poco male, perch√© la capolista conquista un punto importantissimo nella gara del “Ravagnese”, contro un Hinterreggio che ha dimostrato di non avere alcun timore reverenziale nei confronti della capolista.

LA PARTITA. Gli oplontini cambiano modulo e concedono la prima frazione di gioco ai calabresi, che ringraziano e passano in vantaggio al 12′ con Lavrendi. Nella ripresa cambia subito la musica, a suonare il motivo è il Savoia che aggredisce l’Hinterreggio, conquistando il pari e sfiorando in varie occasioni il vantaggio. La gara si conclude con un giusto pareggio, che permette al Savoia di tenere a distanza (+9, ndr) l’Akragas.

I NUMERI. Terzo pareggio esterno consecutivo (4¬∞ stagionale, ndr) per i calciatori oplontini, che sono a secco di vittorie in trasferta dalla gara col Torrecuso; adesso mancano altre 8 partite di cui 3 da giocare ancora in trasferta e ben 5 invece da giocare in casa, in cui gli uomini di Feola cercheranno di far proprio il campionato, chiudendo anzitempo i conti e magari festeggiando proprio al “Giraud” di Torre Annunziata, la vittoria promozione.

I TIFOSI. In 200 circa arrivano a Reggio Calabria per sostenere i propri beniamini per tutta la durata della gara, attirando anche la curiosità dei tifosi e addetti ai lavori locali.

IL PROSSIMO AVVERSARIO. La settimana prossima arriva, a Torre Annunziata, il Noto. I siciliani nel girone riuscirono a sconfiggere la corazzata oplontina. Mister Feola ci tiene particolarmente a questa gara e lo ha sottolineato anche nel post partita con l’Hinterreggio, facendo riferimento alla poca sportività dimostrata dai siciliani prima della gara con l’Akragas, in cui svincolarono tutti i propri giocatori, salvo poi ritesserarli qualche giorno più tardi.

Gianfranco Collaro