Savoia. Incertezze sul futuro, ma spunta Giordano

Appena tre giorni fa l’epilogo che tutte le piazze calcistiche vorrebbero non si concretizzasse, perdere la società e quindi il rischio di avere il calcio nella propria città. Se poi metti che questa città è Torre Annunziata, dove il calcio lo si vive quotidianamente, la questione assume una dimensione ancora più enorme. L’addio della famiglia Mazzamauro da quella che fu Oplonti, a tre anni dall’addio da un’altra storica città, quella di Ercolano, ha disseminato lo sconforto nei tifosi, che però stanno provando a rimboccarsi le maniche.

Il futuro resta incerto, ma si va a caccia di un titolo con un presidente che abbia voglia di fare calcio. Per un Mazzamauro che va, qualcuno potrà sicuramente arrivare per dare nuova linfa al Savoia. Secondo alcune indiscrezioni raccolte dai colleghi del quotidiano Metropolis, in città molti sono i rumors che parlano di imprenditori tali interessati a dar vita ad un nuovo sodalizio. Tra questi c’è anche Michele Giordano, molto chiacchierato negli ambienti della tifoseria oplontina. Presidente uscente dell’Audax Cervinara, Giordano ha lasciato la società caudina quasi nello stesso momento in cui i Mazzamauro hanno annunciato l’addio, con le medesime modalità (LEGGI QUI). Il suo nome continua ad essere il più in voga in città, anche se occorre precisare che servirà un titolo sportivo.

Nel frattempo, le speranze di una Serie D sembrano svanire col passare dei giorni, ma paradossalmente l’aiuto potrebbe arrivare proprio da Mazzamauro. Infatti, qualora questi decidesse di trasferirsi a Portici (Giugliano è l’altra piazza interessata, ndr), potrebbe liberarsi il titolo dei vesuviani. Altrimenti, l’alternativa sarebbe quella di rilevare un titolo di Eccellenza e ripartire da li. Una situazione che suonerebbe come una sorta di schiaffo ad una tifoseria che dal sogno del professionismo, si sveglierebbe nel campionato regionale, dopo tre anni di Serie D.

Quella che è iniziata è un’estate intensa, caldissima per gli amanti dello scudo biancoscudato. Una corsa contro il tempo per poter dire ancora: Ci siamo anche noi!