Savoia. Carannante dopo il pari: “Ischia squadra vera”

Il Savoia acciuffa il pareggio nei minuti finali della gara con l’Ischia. Al termine del match ecco gli umori dalla sala stampa.

Palumbo:

“I risultati rispecchiano sempre l’andamento delle gare. Resta il rammarico però, a mio parere l’arbitro ha concesso un rigore generoso all’Ischia. Però la mia non vuole essere una polemica. Potevamo fare qualcosina in più, nulla da recriminare ai ragazzi che ce l’hanno messa tutta: cito uno su tutti, Capitan Scarpa. Tanto di cappello alla squadra avversaria che si è dimostrata all’altezza dei punti che ha in classifica”.

Carannante:

“L’Ischia è una squadra vera, una buona compagine, che è venuta qui per giocarsi la partita: a parte il rigore non ho visto tanti tiri, anche se loro hanno fatto qualcosa in più in mezzo al campo. Noi non abbiamo fatto una buona partita. Ad onore del vero, c’è da dire che Spavone ed Esposito erano febbricitanti nei giorni scorsi. Spavone ha fatto una buona gara, il Ninja faceva fatica a correre e non aveva il fiato giusto per fare quello che fa solitamente.

Abbiamo pochi attaccanti puri in rosa e se viene meno Esposito non è una buona cosa per la squadra. In questo momento, con questo punto preso, siamo secondi in solitaria. Per i play-off è ancora tutto aperto, nel senso che bisogna capire le posizioni finali in classifica. Oggi non siamo stati brillanti nè sereni, ma la voglia di vincere c’era. Dobbiamo recuperare energie mentali dopo aver fatto sempre risultato nelle ultime settimane. La squadra c’è, ma bisogna tranquillizzarla. Oggi ho visto i ragazzi scoraggiati, forse si aspettavano qualcosa in più dai tifosi: ci sono stati molti mugugni”.