Savoia-Barano 2-0. Esposito e Sardo spingono gli oplontini verso la D

Terminata la sosta natalizia, il Savoia torna in campo per il campionato di Eccellenza, girone A. Dopo la sconfitta subita in coppa Italia dal Real Forio, i bianchi hanno affrontato allo stadio “Alfredo Giraud” di Torre Annunziata il Barano di Billone Monti. La compagine oplontina riesce ad ottenere la prima vittoria del 2018 grazie alle reti nel primo tempo di Esposito e di Sardo nella ripresa.

IL MATCH – Non cambia nulla nello schieramento iniziale del tecnico degli oplontini Franco Fabiano, solito schema un 4-3-3 sfruttando le spiccate doti offensive di Di Paola, Caso Naturale e Esposito. Il Barano scende in campo con il classico 4-2-3-1, per provare ad imbrigliare i padroni di casa. All’avvio il Savoia è subito propositivo e in un paio di occasioni cerca la porta difesa da Martucci, senza però sbloccare la gara. Giunti al quarto d’ora il risultato è ancora fermo sullo 0-0, ci prova Del Prete a rompere l’incanto, ma la sua conclusione non trova fortuna. I ritmi sono spenti, però sono i bianchi ad avere il pallino del gioco. Passata la mezz’ora, il match si sblocca grazie alla rete di Gennaro Esposito che porta in vantaggio il Savoia, dopo un errato disimpegno della difesa bianconera. Risultato che persiste fino alla fischio finale della prima frazione di gioco. Gli oplontini vanno a riposo col minimo vantaggio sul Barano.

Nella ripresa il tecnico Monti inserisce Di Massa e Christian Cuomo al posto di Di Costanzo e Giovanni Migliaccio per ridare vitalità al Barano. I cambi sembrano dare gli effetti desiderati, la compagine isolana va vicina al pareggio con Cirelli, ma la sua conclusione finisce a lato della porta difesa da Pezzella. Il Savoia c’è e al nono recrimina per un calcio di rigore limpido, negato a Di Paola. I bianchi si proiettano in attacco e sfiorano il raddoppio con Caso Naturale, su suggerimento di Liccardo. La seconda rete è solo rimandata, Sardo, su punizione di Liccardo, calcia al volo e buca con un violento destro Martucci. Tra le fila del Savoia esce Caso Naturale per fare spazio a Galizia, quindi non cambia lo schema dei bianchi. Pochi minuti ed entra anche Dino Fava Passaro al posto di Esposito. Supremazia Savoia che con Fava va vicino al pareggio, l’ex Udinese e Treviso si vede deviare la conclusione in calcio d’angolo, in ben due occasioni, prima da Chiariello e poi dall’estremo Martucci. Ancora Fava, poco prima del quarantesimo, a sfiorare la terza rete, la conclusione di testa esce di poco a lato. Gli ultimi minuti scorrono senza patemi per il Savoia, che pensa a gestire.

Dopo quattro minuti di recupero arriva il triplice fischio, Savoia sempre più proiettato verso la Serie D. La vittoria sugli isolani permette agli oplintini di allugare a +10 sull’Afragolese bloccata sul pareggio al “San Mauro” di Casoria in mattinata.

Tabellino di gara

SAVOIA 1908 – AS BARANO CALCIO 1968: 2-0 (1-0 pt; 1-0 st)

Savoia (4-3-3): Pezzella; Sardo, Riccio, Di Girolamo, Del Prete; De Rosa (86′ Palmieri), Pappagoda (90′ Liguori), Liccardo; Di Paola (82′ Arenella), Caso Naturale (70′ Galizia), Esposito (75′ Fava Passaro). A disp.: D’Aquino, Allocca, Liguori. All.: Franco Fabiano

Barano (4-2-3-1): Martucci; Di Costanzo (46′ Di Massa), Monti, Chiariello, Accurso; Savino (57′ Errichiello), Migliaccio G. (46′ Cuomo C.); Scritturale, Capone, Cirelli; Rizzo. A disp.: Migliaccio A., Romano, Cuomo R., Manieri. All.: Giuseppe Monti

Marcatori: 35′ Esposito (S), 58′ Sardo (S)

Direttore di gara: il sig. Vittorio Palma della sez. di Napoli
Assistenti: i sig. Luigi Gargiulo della sez. di Ercolano e Pierpaolo Vitale delle sez. di Salerno

Ammoniti:
Espulsi:
Angoli: 8-1
Recupero: 0′ pt. 4′ st
Note: circa 350 tifosi

Dallo stadio “Alfredo Giraud” di Torre Annunziata, Gianfranco Collaro

Condividi