Sassuolo-Salernitana 5-0. Granata mai in partita, manita neroverde

La trasferta in Emilia per la Salernitana di mister Davide Nicola si chiude con il più triste degli epiloghi, ossia, con una dura sconfitta. I granata, dopo il ko interno subito per mano del Lecce, hanno ceduto il passo anche al Mapei Stadium contro il Sassuolo di Dionisi. La formazione di casa ha messo le mani sulla vittoria rifilando ai granata un perentorio 5-0. Per la Salernitana, decisamente sottotono in Emilia, si tratta della seconda sconfitta consecutiva in campionato.

SASSUOLO PADRONE DEL CAMPO, SALERNITANA POCO LUCIDA

Il Sassuolo di mister Dionisi mette le cose in chiaro sin dai primi minuti di gioco, schiacciando la Salernitana nella propria metà campo. Infatti, dopo 12 minuti di gioco, i neroverdi sfruttano una fulminea ripartenza per sbloccare il match. A rompere il ghiaccio è Laurientè con un tiro a giro chirurgico, imparabile per Sepe. Qualche minuto più tardi, è ancora il Sassuolo a prendersi la scena. I padroni di casa, favorirti da una disattenzione difensiva dei granata, sfiorano il gol del 2-0 con Thorstvedt. In questa circostanza, la Salernitana si salva grazie ad un intervento prodigioso di Sepe. I granata provano a reagire a cinque minuti dalla mezz’ora, portandosi ad un passo dal pareggio con un’ottima azione corale che vede Dia andare alla conclusione.  A mantenere il punteggio inchiodato sull’1-0 ci pensa Consigli con una parata sontuosa sull’attaccante granata. Lo spettacolo viene garantito anche nel finale della prima frazione, dove sia Sassuolo che Salernitana vanno vicino al gol. I neroverdi fiutano il raddoppio con un travolgente Laurentié, sprecone a tu per tu con Sepe. La reazione della Salernitana è instantanea ed arriva con Dia, anch’egli poco lucido a due passi dalla porta. Prima dell’intervallo è la formazione padrona di casa a crearsi un’altra chance da gol, procurandosi un calcio di rigore. Penalty, nato da un fallo di Maggiore su Toljan, che Pianomonti trasforma nella rete del 2-0.

MANITA NEROVERDE. NOTTE FONDA PER LA SALERNITANA

La musica non cambia nemmeno nella ripresa. Dopo soli sei minuti di gioco, il Sassuolo cala il tris. I neroverdi, ancora una volta, sfruttano gli errori in fase di impostazione dei granata per andare in gol. Alvarez premia l’inserimento di Thorstvedt che solo davanti a Sepe insacca senza particolari problemi. Con il gol del 3-0, il Sassuolo di Dionisi acquisisce ulteriore consapevolezza. Questo permette ai neroverdi di invadere la metà campo granata con maggiore facilità. Nel rush finale della gara, la Salernitana di Nicola tenta di lanciare quantomeno un segnale di vita, ma le offensive dei campani lasciano a desiderare. Continuano a risultare concreti, invece, gli affondi del Sassuolo. Uno di questi, registratosi al 76esimo, porta i padroni di casa a calare il poker con la rete di Harroui. Il Sassuolo però non è sazio e nel finale decide di chiudere il match con una manita che arriva con il gol di Antiste.

TABELLINO

SASSUOLO-SALERNITANA 5-0 ( 2-0 pt)

SASSUOLO (4-3-3): Consigli; Toljan, Erlic (67’ Ayhan), Ferrari, Rogerio; Frattesi (80’ Obiang), Lopez, Thorstvedt (67’ Harroui); Laurientè, Pinamonti (46’ Alvarez), Ceide (60’ Antiste).

A disposizione: Pegolo, Russo, Marchizza, Ayhan, Harroui, Matheus, Obiang, D’Andrea, Antiste, Alvarez, Tressoldi, Kyriakopoulos. All. A. Dionisi.

SALERNITANA (3-5-2): Sepe; Bronn (46’ Bradaric), Daniliuc, Lovato; Candreva, L. Coulibaly, Maggiore (46’ Radovanovic), Vilhena (60’ Bonazzoli), Mazzocchi (80’ Kastanos); Piatek, Dia (Botheim).

A disposizione: Fiorillo, De Matteis, Bradaric, Sambia, Bonazzoli, Botheim, Valencia, Radovanovic, Kastanos, Gyomber, Capezzi, Motoc, Iervolino, Pirola. All. D. Nicola.

DIRETTORE DI GARA: Maria Sole Ferrieri Caputi di Livorno

ASSISTENTI: Sergio Ranghetti (sez. Chiari) – Mauro Vivenzi (sez. Brescia)

QUARTO UOMO: Daniele Chiffi (sez. Padova)

VAR: Maurizio Mariani (sez. Aprilia) – Antonio Di Martino (sez. Teramo)

ESPULSIONI: 

AMMONITI: Vilhena (58’), Lopez (74’)

MARCATORI: Laurientè (12’), Pinamonti (39’), Thorstvedt (53’), Harroui (76’), Antiste (92’)

RECUPERO: 2’ (pt), 3’ (st)