Santa Cecilia-Temeraria 1957 2-2. Solo pari per i gialloblù, Domini: Troppe distrazioni”

Il Santa Cecilia viene fermata sul 2 a 2 dalla Temeraria. Un pareggio che mette in serio pericoloso la qualificazione dei gialloblù al prossimo turno di Coppa Italia Eccellenza e Promozione.

Nonostante il Santa Cecilia abbia iniziato bene con una traversa colpita da Genovese all’8′, a portare in vantaggio gli ospiti è Casaburi, complice un’amnesia difensiva della retroguardia di mister Balzano. I padroni di casa cercano il pareggio e lo sfiorano sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Poco prima, Romano ha salvato i suoi dal raddoppio dell’avversario, parando sul numero 10 ospite. La Temeraria chiude il primo tempo in vantaggio, sfiorando ancora una volta il raddoppio al 45′. Nel secondo tempo Balzano opta subito per due cambi: Kone e Criscuolo entrano al posto d Leone e Pavel. Al 7′ minuto Curcio, grazie ad un grande suggerimento di Genovese porta i suoi sul pareggio. Grande protagonista della giornata è proprio Genovese che appena due minuti dopo segna il gol del 2 a 1 grazie al passaggio di Polverino dalla lunga distanza. La partita è combattuta e la Temeraria cerca il pareggio con insistenza. Sfortunato il Santa Cecilia, che oltre a ciccare in un paio di occasioni il gol, perde Curcio per un infortunio. Il suo posto viene preso da Marantino. Al 24′ minuto brividi per il Santa Cecilia: gli ospiti sfiorano il gol del pareggio, ma il pallone scheggia il palo. Raggiunta la mezz’ora la Temeraria segna il 2 a 2 con Potente. Sulla scia dell’entusiasmo gli ospiti testano i riflessi di Romano, che ancora una volta fa un miracolo e salva il risultato. I gialloblù sfiorano la vittoria sul filo del rasoio con Ruggiero che la manda sulla traversa.

Il Presidente del Santa Cecilia, Donato Domini ha rilasciato, in esclusa per la redazione di Sportcampania, alcune dichiarazioni: √à il nostro esordio assoluto, storico, siamo emozionati e cercheremo di portare in alto, attraverso lo sport il nome di Eboli e della nostra amata frazione, S. Cecilia. Allo stesso modo, a gran voce chiediamo di essere presi in considerazione per un impianto sportivo, appunto nel nostro rione, molto popoloso, lo chiediamo a tutta la macchina governativa della città di Eboli, alla quale vanno, comunque, i nostri ringraziamenti per averci dato la possibilità di poter giocare ed allenarsi a Eboli, al Massajoli. Ritornando alla gara di coppa con la Temeraria, tutto sommato è un risultato giusto (2 – 2), ma abbiamo concesso troppe occasioni agli avversari e, purtroppo, anche i gol subiti sono frutto di mancanza di concentrazione, bisogna stare più attenti, perch√© con due gol fatti, le partite le dobbiamo portare in porto col massimo risultato. Avanti cos√¨, son sicuro che, se saremo bravi a far crescere la nostra autostima, anche questa, sarà un’ottima annata.

IL TABELLINO:

S.CECILIA EBOLI. Romano, Aliberti, Leone (1′ st Kone), Polverino, Bevilacqua, Ruggiero, D.Marantino, Minguzzi, Genovese, Curcio (64′ A.Marantino), chinyakov (1′ st Criscuolo). A DISP.: Guarnaccio, Di Matteo, Mazzella, Scorzelli. ALL.: Mario Balzano

TEMERARIA 1957. Lamberti, Fierro, D’Auria, Cavallaro, F.Della Monica ( 71′ Grimaldi), Daniele, Merola, Scudiero, Casaburi (81′ Gagliardi), M.Della Monica, Bille (1′ st Potente). A DISP.: Esposito, Fiorillo, G.Lamberti, Cartone. ALL.: Napoletano

TERNA ARBITRALE: Perillo di Agropoli l’arbitro, Ferruzzi di Agropoli e Monaco di Sala Consilina gli assistenti.

MARCATORI: 21′ Casaburi (T), 52′ Curcio (SC), 54′ Genovese (SC), 76′ Potente (T).

Cristina Mariano

Condividi