Sampdoria-Napoli 0-4. Doriani frantumati, un poker per il nuovo primato

Il Napoli strapazza anche la Sampdoria. Allo stadio “Luigi Ferraris” di Genova, la truppa allenata dal tecnico Luciano Spalletti fa un sol boccone dei blucerchiati, nella 5^ giornata di campionato di Serie A. Due volte Osimehn tra il primo e il secondo tempo, poi Fabian Ruiz e Zielinski per il poker, che rispedisce in vetta i partenopei a ponteggio pieno.

DOPPIO VANTAGGIO AZZURRO – Un inizio gara che non delude le attese. Gioca con intraprendenza e senza timori reverenziali la Sampdoria. La squadra di D’Aversa prova a mettere subito in difficoltà il Napoli. Un match vivo e combattuto, che si sblocca in favore degli azzurri al decimo minuto. Lancio di capitan Insigne per Osimhen, con il nigeriano che in spaccata supera Audero. Reazione immediata dei blucerchiati, che sfiorano in diverse occasioni raddoppio, ma Caputo e compagni hanno le polveri bagnate. Diversamente i partenopei, con la calma che li ha contraddistinti nelle prime uscite stagionali, trova il raddoppio con un colpo di biliardo di Fabian Ruiz, che non lascia scampo all’estremo difensore doriano. Una prima frazione di gioco equilibrata, nonostante il risultato, ma che premia gli uomini di Spalletti, che riescono a dimostrarsi più cinici e concreti. Solida anche la fase difensiva, con Koulibaly e Rrahmani che ergono un muro difficile sfondare. Le squadre vanno a riposo con il risultato con i partenopei avanti di due reti.

PARTENOPEI DILAGANO – Nella ripresa parte nuovamente forte la Sampdoria, mentre gli azzurri perdono per infortunio Rrahmani, al suo posto subentra Manolas. Il Napoli mette la partita in ghiaccio ancora con Osimhen, che tutto solo al centro dell’area di rigore trafigge Audero. I padroni di casa provano ad entrare in partita, ma i partenopei hanno una marcia in più e dilagano con Zielinski, che firma il poker al Ferraris. Ancora una volta gli uomini di Spalletti riescono a chiudere anzitempo il match, per poi gestire il risultato e le energie in vista delle prossime sfide. L’iniziativa, infatti, è tutta dei padroni di casa, che trovano anche la rete con Candreva, annullata per posizione di fuorigioco di Caputo ad inizio azione. Un match che ha poco da dire sullo 0-4 e che ma mano cala d’intensità, anche se resta vivo. Infatti, la sfida infrasettimanale della 5^ gioranta di campionato finisce con la vittoria rotonda del Napoli al “Luigi Ferraris”, contro una buona Sampdoria che deve inchinarsi alla supremazia degli azzurri. I partenopei si riprendono la testa della classifica, centrando la quinta vittoria consecutiva in cinque partite di campionato, dando un forte segnale ad Inter e Milan per la lotta scudetto.

TABELLINO DI GARA
UC SAMPDORIA – SSC NAPOLI: 0-4 (0-2 pt)

Sampdoria (4-4-2): Audero; Bereszysnki (71′ Depaoli), Yoshida, Colley, Augello; Candreva, Thorsby (55′ Askildsen), Silva (55′ Ekdal), Damsgaard; Caputo (84′ Ciervo), Quagliarella (55′ Torregrossa). A disposizione: Falcone, Ravaglia, Chabot, Dragusin, Ferrari, Murru, Trimboli. Allenatore: Roberto D’Aversa

Napoli (4-3-3): Ospina; Di Lorenzo, Rrahmani (48′ Manolas), Koulibaly, Mario Rui; Anguissa, Fabian, Zielinski (68′ Elmas); Lozano (81′ Ounas), Osimhen (81′ Petagna), Insigne (68′ Politano). A disposizione: Meret, Marfella, Juan Jesus, Malcuit, Zanoli. Allenatore: Luciano Spalletti

marcatori: 10′ e 50′ Osimhen (N), 39′ Fabian (N), 59’ Zielinski (N)

ammoniti: Damsgaard (S), Depaoli (S), Manolas (N)
espulsi: //
angoli: 5-5
recuperi: 1’pt, 1’st

direttore di gara: il signor Paolo Valeri della sezione di Roma 2
assistenti: i signori Mauro Galetto e Luigi Rossi della sezione di Rovigo
IV uomo: il signor  Manuel Volpi della sezione di Arezzo
VAR – AVAR: i signori Aleandro Di Paolo della sezione di Avezzano e Pasquale De Meo della sezione di Foggia