Salernitana-Venezia 2-1. Granata on fire! Salvezza più vicina

Non si arresta la Salernitana che vince la gara di recupero dell’Arechi contro il Venezia e mette il muso fuori dalla zona retrocessione, per la prima volta in questa stagione. In avvio di gara Bonazzoli, su calcio di rigore, porta avanti i granata che vengono ripresi nel secondo tempo da Henry. L’ingresso di Verdi coincide con il nuovo vantaggio degli uomini di Nicola, che metteno a segno il quinto risultato utile consecutivo e la quarta vittoria in cinque partite. Domenica la seconda sfida salvezza, quando a Salerno arriverà il Cagliari.

BONAZZOLI DI RIGORE

Avvio in discesa per la Salernitana, che al terzo beneficia di un calcio di rigore, per tocco in area di Ceccaroni. Solo dopo il check e un controllo al VAR da parte di Mariani, direttore di gara, viene accordata la massima punizione solo poco prima del settimo minuto di gioco. Dagli undici metri si presenta Bonazzoli, che fulmina Maenpaa. Il Venezia fatica a reagire, mentre i padroni di casa, galvanizzati dalla rete, gestiscono il match, provando a tenere a bada gli avversari. I granata sfiorano con Bohinen il raddoppio, con Caldara che salva in extremis. La prima vera occasione dei lagunari arriva nella parte finale del primo tempo, ma Sepe fa buona guardia. La prima frazione di gioco termina con la Salernitana in vantaggio di misura sul Venezia.

GRANATA SEMPRE “VERDI”

Ad inizio ripresa Soncin manda nella mischia Ullmann per Haps palesemente in sofferenza nel primo tempo sulla fascia sinistra. Provano a crescere i veneti, che si fanno vedere dalle parti di Sepe con Okereke, che impegna il portiere granata. Ma è solo il preludio alla rete, nell’azione successiva i leoni alati raggiungono il pareggio con Henry. Nell’occasione l’estremo difensore della Salernitana si infortuna all’occhio ed è costretto ad uscire, al suo posto Belec. Girandola di cambi, entra anche Verdi che riesce ad essere ancora una volta decisivo. Il numero 10 dei granata firma il nuovo vantaggio all’Arechi. Gli uomini di Nicola gestiscono il risultato, mentre il cronometro corre e vede vede avvicinarsi la settima vittoria stagionale per i granata. Nel finale Ampadou colleziona due gialli nel giro di un minuto circa e lascia il Venezia in dieci. Dopo cinque minuti di recupero, i granata festaggiano per la vittoria che ha il sapore di salvezza.

Tabellino di gara
Salernitana – Venezia 2-1

Salernitana (3-5-2): Sepe (64′ Belec); Gyomber, Radovanovic, Fazio; Mazzocchi, Ederson, Bohinen, Coulibaly L. (62′ Kastanos), Zortea (74′ Ruggeri); Bonazzoli (62′ Verdi), Djuric (84′ Perotti). A disp.: Russo, Di Tacchio, Obi, Dragusin, Capezzi, Gagliolo, Mikael. All.: Davide Nicola

Venezia (3-4-1-2): Maenpaa; Svoboda (75′ Nsame), Ceccaroni, Caldara; Mateju (84′ Johnsen), Ampadu, Peretz (63′ Crnigoj), Haps (46′ Ullmann); Aramu; Henry, Okereke (63′ Busio). A disp.: Bertinato, Tessman, Fiordilino, Nani, Cuisance, Makadji, Kiyine. All.: Andrea Soncin

marcatori: 7′ rig. Bonazzoli (S), 58′ Henry (V), 67′ Verdi (S)

ammoniti: Ceccaroni (V), Mateju (V), Ederson (S), Svoboda (V), Busio (V), Ampadou (V)
espulsi: Ampadou (V)
recuperi: 2’pt, 5’st

direttore di gara: Mariani di Aprilia
assistenti: Costanzo e Passeri
Quarto uomo: Massimi
Var: Aureliano
Avar: Santoro

ph credit: SkySport.it