Salernitana-Lecce 1-2. Gregucci: Approccio sbagliato, dobbiamo migliorare sotto l’aspetto psicologico

Dopo la sconfitta casalinga per 2-1 rimediata per mano del Lecce, il tecnico della Salernitana, Angelo Adamo Gregucci, ha analizzato cos√¨ il match: Quello di oggi non è stato un approccio giusto. Già dopo pochi secondi abbiamo concesso un tiro dal limite a Mancosu e si è capito subito che non saremmo partiti bene. All’Arechi ci rintaniamo troppo e rischiamo di pagare questo tipo di atteggiamento come avvenuto oggi. Nella ripresa abbiamo provato a cambiare le cose ma abbiamo fatto troppo poco. Dobbiamo migliorare sotto l’aspetto psicologico, gestendo al meglio le pressioni. Paradossalmente giochiamo con più coraggio in trasferta. Dobbiamo tornare a giocare all’Arechi senza paura. Stiamo recuperando giocatori che sono stati fuori a lungo e sui quali punto molto. Attraverso il lavoro bisogna crescere nell’autostima, lavorando sulla testa dei ragazzi. Chi non sopporta le pressioni non può giocare ad alti livelli e lavorerò per fare questo salto di maturità. Bisogna avere maggiore presidio nella metà campo avversaria e cercare di trovare un’identità di squadra, in modo da sopperire a eventuali assenze senza snaturare la nostra idea di gioco.

A parlare al termina del match è anche Joseph Minala: Abbiamo sbagliato l’approccio alla partita. Oggi sarebbe stato importante dare continuità alla prestazione di Palermo e non so spiegarmi come mai non sia successo. Avevamo preparato bene la partita in settimana ma siamo stati troppo timidi. Dobbiamo avere più coraggio, soprattutto in casa. Abbiamo giocatori di grande personalità e dobbiamo dimostrarlo con ben altre prestazioni. Capisco i fischi dei tifosi a fine partita. Noi dobbiamo pensare solo a lavorare e a preparare al meglio la partita di sabato a Padova che per noi sarà fondamentale.

Condividi