Salernitana-L’Aquila 0-1. Il tonfo che non t’aspetti, l’Arechi è un tabù

√à il giorno di Salernitana-L’Aquila, valida per la sesta giornata del campionato di Prima Divisione girone B. Piccola novit√° in formazione con Tuia che sostituisce Molinari, e quindi Salernitana che si schiera sulla difensiva, temendo non poco le forti ripartenze in contropiede degli abbrruzzesi. Prima della gara anche all’Arechi si rispetta un minuto di raccoglimento per la strage di Lampedusa.

Parte forte la Salernitana, che inizia con un forte pressing, e al 7′ Testa ddeve compiere un vero e proprio miracolo per deviare in angolo un tiro dai trenta metri di Guazzo. Gara che cala di tono, le azioni si concentrano a met√° campo, fino al 21′ quando Vagenin servito da Volpe fa tutto da solo entra in area e ci prova con un tiro che va di poco a sfiorare il palo alla destra di Testa. Al 25′ prima vera occasione per gli abbruzzesi con De Sousa lasciato da solo in area che ci prova di testa su un cross dalla sinistra, sbagliando clamorosamente. Al 35′ su rimessa laterale abbruzzese ci prova dai trenta metri il difensore de L’Aquila Dallamano, ma uno strepitoso Iannarilli toglie la palla dall’incrocio rifugiandosi in calcio d’angolo. Sull’azione successiva Vagenin ci prova dal limite dell’area ma Testa respinge in corner.

Il secondo tempo inizia ancora nel segno dei granata che al 49′ e al 50′ ci provano con un doppio tiro dal limite dell’area prima con Vagenin e poi con Montervino, ma è attento Testa che salva il risultato. Al 51′ è L’Aquila con Ciciretti su punizione a limite a battere Iannerilli, ma il tiro sfiora la traversa e Salernitana salvata dalla fortuna. Al 65′ mister Sanderra ‘mischia le carte’ toglie Ginestra e inserisci Ricci. All 70′ su punizione di Carcione esce a vuoto Iannarilli, la palla carambola in area e Siniscalchi fa autorete. L’Aquila in vantaggio 0-1 a Salerno. Al 75′ Sanderra prova il tutto per tutto sostituendo Montervino con Mendicino. All’84’ terzo cambio per la salernitana entra Rizzi per Vagenin.
Non cambia nulla, nonostante il pressing timido dei granata, i granata subiscono la seconda sconfitta consecutiva all’Arechi, dopo il Pontedera anche L’Aquila passa a Salerno.