Salernitana-Gubbio 2-1. Gli uomini di Perrone soffrono, ma hanno la meglio sugli umbri

La Salernitana riparte dal Gubbio. Nel silenzio dell’Arechi, la squadra di mister Perrone cerca i primi tre punti del 2014 per invertire la rotta e rilanciarsi in graduatoria.
Nella gara che è già da considerarsi da “ultima spiaggia” per riacciuffare i play-off, la Salernitana si affida a Ginestra e Mendicino supportati dal trequartista Pasquale Foggia.
Parte bene la Salernitana cercando di alzare i ritmi dai primi minuti, nei primi 10′ sono i granata a tener palla, ma è solo fase di possesso, nessun pericolo per l’estremo difensore umbro.
Al 12′ la Salernitana si lamenta per un fallo di mano in area di Tartaglia, ma per l’arbitro non ci sono gli estremi per il penalty.
Al 17′ continua il pressing, molto lento, della Salernitana, ci prova Perpetuini dal limite dell’area di rigore, ma il tiro finisce abbondantemente al lato.
Al 24′ finalmente un azione degna di nota, con Montervino che s’invola sulla destra, mette un traversone perfetto per Ginestra che di testa chiama al miracolo un attentissimo Pisseri, che si salva e salva il risultato.
Al 30′ continua il pressing della Salernitana, e ancora Ginestra va vicino al vantaggio, per lui un vero e proprio rigore in movimento prontamente neutralizzato da un super Pisseri.
Al 39′ si vede il Gubbio, e su una ripartenza di Falzerano è brava la difesa granata a rifugiarsi in angolo.
Al 44′ è ancora Salernitana: su una punizione dal limite ci prova Tuia che trova l’angolino basso, ma ancora Pisseri si supera e dice no alla rete dei granata.
La Salernitana si ripresenta in campo con Mounard al posto di Foggia, al 50′ Perpetuini vede Mendicino che se ne va sulla fascia, ma l’attaccante è troppo defilato e il suo tiro si spegne sul fondo.
Al 51′ di rimessa parte in contropiede il Gubbio con Falzerano che supera Berardi e mette in rete la palla del vantaggio umbro, 0-1.
Al 55′ secondo cambio per mister Perrone che sostituisce Ginestra, al suo posto il neo acquisto Mohamed Fofana.
Al 60′ è Mendicino ad avventarsi su una palla vagante in piena area ma il solito Pisseri si supera ancora una volta e si salva in calcio d’angolo.
Al 75′ ultimo cambio per la Salernitana con Montervino che esce tra gli applausi, al suo posto Vegenin Gustavo.
Al 76′ fa tutto da solo Siniscalchi che ci prova dai trenta metri con la palla che sfiora il palo alla destra di Pisseri.
Al 78′ punizione dai trenta metri, la batte Mounard che la piazza nel set dove Pisseri non ci arriva e sigla l’1-1.
Palla al centro e all’80’ Salernitana in vantaggio, con Fofana che a tu per tu con Pisseri prende il palo, sulla ribattuta la mette dentro Gustavo, con la Salernitana che va sul 2-1.
All’ 88′ la Salernitana si salva: triangolazione perfetta per il Gubbio con Caccavallo che manda fuori di pochissimo un cross di Bertolucci.
Al 90′ liscio di Mounard in area e Berardi che in uscita salva il risultato con un’uscita a “occhi chiusi”.
Tanta sofferenza per la Salernitana di mister Perrone che dopo ben 5′ di recupero riesce ad ipotecare la vittoria e a fare bottino pieno contro un Gubbio veramente molto mediocre.
All’Arechi finisce 2-1, con le reti di Falzerano, Mounard e Gustavo.

Roberto Annunziata