Salernitana Femminile. Trasferta vincente, granatine espugnano Grottaglie

Sfida salvezza tra Grottaglie e Salernitana. Le padroni di casa cominciano forte. Prima una palla pericolosissima in area piccola e un’insidiosa conclusione dalla distanza, poi un tocco da due passi che termina di poco sul fondo. Le granatine devono poi salvare quasi sulla linea una conclusione delle biancazzurre. La prima conclusione campana è di Lisanti, palla sull’esterno della rete. Lacaita però porta in vantaggio le pugliesi. 1-0 al termine della prima frazione.

Ad inizio ripresa è D’Angelo a rendersi pericolosa con un bel mancino dalla distanza. Reazione biancoazzurra, le padroni di casa colpiscono una traversa. Controreazione granata con Lisanti che impegna il portiere di casa con un bel diagonale. Ancora la numero dieci pericolosissima col destro, Trumino respinge. Sugli sviluppi del corner Di Martino trova il pari con il sinistro. D’Angelo suona la carica con un bel sinistro potente da lontano. Punizione pericolosa delle pugliesi, palla di poco alta. Di Martino in contropiede si fa murare la rete del sorpasso dal portiere biancazzurro. Ancora la numero 28 centra una clamorosa traversa dopo una bella azione personale. La Salernitana continua a spingere. Giugliano, innescata da Di Martino, calcia a lato a tu per tu con l’estremo difensore di casa. Il meritato 1-2 arriva con Bosco che appoggia in rete un bel servizio di Giugliano. Di Martino e D’Angelo sfiorano anche il tris. La difesa granata tiene nel forcing finale del Grottaglie, arrivano così tre punti importantissimi in chiave classifica.

TABELLINO
Woman Futsal Club Grottaglie-SALERNITANA FEMMINILE 1-2
Marcatrici: Lacaita (G), Di Martino (S), Bosco (S)
Woman Futsal Club: Trumino, Scarcia, Di Sanza, Bergamotta, Cardolini, Lacaita, Conserva, Soloperto, Stante, Carrubba, Conte, D’Amico. All: Locorotondo
SALERNITANA FEMMINILE: Ianniello, Tirozzi, Giugliano E., Bosco, Lisanti, Mauro, Palumbo, D’Angelo, Di Martino, Fierro, Bisogno, Di Bello. All: Pannullo
Arbitri: Pezzuto di Lecce, Ostuni di Bari. Crono: Di Gregorio di Taranto