Rugby World Cup. La Nuova Zelanda resta sul tetto del mondo

La Nuova Zelanda ha vinto la Coppa del Mondo 2015 di rugby. A Twickenham, gli All Blacks hanno sconfitto in finale l’Australia per 34-17. Per Carter e compagni si tratta del terzo titolo iridato della loro storia, il secondo consecutivo. Ieri, nella finale per il bronzo, affermazione del Sudafricasull’Argentina per 24-13. Foley e Carter subiti protagonisti dalla piazzola, con il kicker dei ‘tuttineri’ che allunga sul 9-3. LaNuova Zelanda è sempre padrona del campo ma trova la sua prima meta solo al 40′ con Milner-Skudder, che sfrutta al meglio il break di Smith. Carter trasforma e l’Australia va all’intervallo sotto 16-3. Al 3′ della ripresa, gli All Blacks provano ad allungare nel punteggio con Nonu, che su un assist al bacio di Williams schiaccia oltre la linea bianca, favorendo la trasformazione di Carter. Sembra tutto facile per i neozelandesi ma il giallo a Smith e la conseguente inferiorità numerica risveglia i Wallabies, che al 13′ realizzano la loro prima marcatura con Pocock. Kuridrani, al 23′, irrompe di potenza e va in meta. Foley, sempre preciso dalla piazzola, timbra cos√¨ il -4 (21-17) che di fatto riapre i giochi. La Nuova Zelanda però non si fa prendere dall’ansia e, ritornata in XV, spegne ogni entusiamso dei rivali. Carter si esibisce in un drop al 29′, poi al 36′ infila i pali su punizione per il +10 (27-17). E quando tre minuti dopo Smith va in meta in mezzo ai pali, gli All Blacks cominciano i festeggiamenti: finale vinta 34-17 e unica selezione ad aver vinto la World Cup tre volte (1987, 2011 e 2015) e due volte di fila. Un altro record battuto. (ITALPRESS)

Condividi