Roberto Guadagnuolo a tuttotondo: “Ridimensionamento? Tutelare i calciatori”

Tra Ercolanese 1924 e il futuro: Roberto Guadagnuolo dice la sua sul campionato di Eccellenza

Aveva iniziato restando fermo ai box, dopo l’esperienza al San Giorgio della scorsa stagione, per Roberto Guadagnuolo, poi la chiamata dell’Ercolanese nel girone B di Eccellenza. Un’esperienza di qualche mese e poi l’addio per vedute differenti. Un addio che ha anticipato di pochi giorni il ridimensionamento che ha portato allo svincolo di tutti i calciatori.

“Ci tenevo a sottolineare che la società di Cucciniello si è comportata in modo corretto con tutti i calciatori -spiega Guadagnuolo- Tutti gli stipendi sono stati pagati e il ridimensionamento è stato fatto per evitare brutte figure. La scelta di Ulivi mi piace, perchè è capace di far giocare bene le squadre. Voglio fare un in bocca al lupo alla squadra, alla società ma soprattutto al direttore generale Ferrero. Spero vivamente che possano conservare la posizione in classifica”.

Ercolanese non la sola squadra che ha ridimensionato. Cambio societario anche per il Savoia, impelagato nella lotta nei play-out, ma anche per il Pomigliano che ha svincolato non per questioni economiche, ma per l’impossibilità di giocare al Gobbato: “Credo che quando si ridimensiona bisogna far i conti con i tesserati, atleti e non che in Eccellenza per l'(0% vivono di calcio. Bisogna tutelarli e pagare meno, ma pagare regolarmente. Per quel che riguarda il caso Pomigliano, chiaramente la situazione è diversa, ma anche in questo caso, le società devono pensare prima ai propri tesserati”.

Passando al calcio giocato: “Nel girone A il Pompei possiamo dire che è una squadra che potrebbe fare un campionato a parte, anche con i nuovi innesti. Si è rinforzata e dovrebbe stravincere, anche se l’Ischia ha un calciatore che sposta gli equilibri. Sto parlando di Ciro Simonetti, che è veramente il calciatore più forte della categoria. L’ho visto e mi ha impressionato. Ce ne sono pochi come lui, attualmente.

“Bene anche il Napoli United, Diego Armando Maradona ha fatto un buonissimo lavoro e continua a farlo. La squadra è ben organizzata. Ci sarà una bella lotta, perchè il Casoria ha costruito una squadra interessante: giovani forti e esperti che danno supporto. Mi aspetto qualcosa in più dal Savoia. Torre Annunziata non merita una squadra che lotti in Eccellenza, figuriamoci nei play-out.

Nel girone B, credo che il San Marzano sia fuori categoria. Ma Scafatese e Agropoli si sono rinforzate con questa sessione invernale. Sarà una bella lotta anche qui”.

Per quel che riguarda il futuro di Guadagnuolo: “Spero di restare nel mondo del calcio, perchè è una cosa che so fare. Aspetto la chiamata giusta, senza ansia. Ho dimostrato di saper far qualcosa. Nel caso per quest’anno non arrivi aspettiamo maggio e vedremo. Intanto vado in giro sui campi a guardare e vedere che calciatori potrebbero fare al caso mio”.