Rione Terra batte la Virtus Afragola e accorcia sul secondo posto

BACOLI – A 90 minuti dal termine del campionato, il Rione Terra prolunga la suspense per lo svolgimento o meno dei play-off, infilando la quarta vittoria consecutiva e approfittando del pareggio tra Isola di Procida e Quartograd per guadagnare due punti sulla compagine di Quarto e mettendosi ad una lunghezza di distanza dagli spareggi di fine stagione. La partita contro la Virtus Afragola è di quelle non adatte a deboli di cuore, con continui botta e risposta, fino alla rete di Granata che fissa il finale sul 3-2 per i padroni di casa.

CRONACA – Inizio del match contratto da parte delle squadre, con un tiro largo di Scherillo da fuori e un cross di Spina per Polverino parato da Navarra dall’altra parte nei primi 20 minuti. La chance per il vantaggio arriva al 22′ con una punizione dal limite dell’area di Carandente, ma Izzo la toglie dall’incrocio con un miracolo.

Bisogna aspettare quindi 12 minuti per il vantaggio: Scherillo viene contrastato al momento del tiro in area e dal conseguente angolo è Barletta a colpire prima la traversa e poi a raccogliere la respinta per angolare meglio il colpo di testa e realizzare la terza rete consecutiva tra prima squadra e juniores, per un terzino di spinta che sta diventando anche goleador. L’Afragola va vicinissima al pareggio con un tiro di Buiano dopo un’altra iniziativa a destra di Spina, ma una grande parata di Navarra manda le squadre a riposo sull’1-0.

Nella ripresa il match si infiamma: al 50′ Carandente mette la palla fuori di pochissimo su un altro piazzato, e 4 minuti più tardi arriva il pareggio di Buiano lasciato colpevolmente solo in area dopo una respinta provvisoria della difesa. Carandente ha subito la chance per ristabilire le distanze, ma un rimbalzo lo tradisce a tu per tu con il portiere.

Ci vuole quindi l’iniziativa di Lanuto per il nuovo vantaggio: anticipo sull’avversario, inserimento da destra chiedendo l’uno-due e diagonale sul palo lungo. Sull’azione dei neo entrati Larucci e Lucignano (lancio del primo per il secondo), il Rione Terra può chiuderla, ma il pallonetto dell’attaccante è di poco alto.

Come prima, dopo il gol mancato arriva il nuovo pareggio degli ospiti con il colpo di testa di Castaldo, che gira in rete una sponda dal secondo palo in seguito ad un corner. La bandierina dà e la bandierina toglie, perché all’80’ lo stacco potente di Granata riporta sul 3-2 i padroni di casa. Ciotola sciupa la chance per chiuderla nel finale dopo una cavalcata delle sue, ma stavolta i flegrei arginano la reazione avversaria e portano a casa la partita.