Reyer Venezia-GeVi Napoli 87-71. Azzurri mai domi, ma i veneti volano

Reyer Venezia-GeVi Napoli si chiude con un 87-71, che non dà giustizia ad una formazione, quella di Buscaglia, mai doma.

Una vittoria importante per l’Umana che la proietta al quinto posto in classifica. Azzurri fermi, invece a 4 punti con due sole vittorie e un tredicesimo osto in una graduatoria molto corta. Reyer Venezia-GeVi Napoli si chiude sul punteggio di 87-71. Un risultato che non dà giustizia agli azzurri, combattivi fino agli ultimi minuti del match.

Illusione partenopea di un quarto, poi la corsa continua

Primo quarto

Il primo periodo sembra tutto in favore del Napoli, che apre il match con i primi punti. Qualche giro di lancetta prima di smuovere le reti dei canestri. Ed è J. Williams a sbloccare il risultato, ma è subito pronta la Reyer a rispondere ripristinando il pareggio. Michineau comincia con un piglio importante, riuscendo a segnare quatto punti in quattro minuti di gioco. Mancano, però, le triple per entrambe le squadre, quanto meno quelle a segno.

Se Michineau è il mattatore del primo quarto per il Napoli, l’Umana può contare su un pimpante Watt che comincia a siglare punti con continuità. Con Parks, la Reyer trova il primo vantaggio, passando al +2 sugli azzurri. Ma non tarda ad arrivare la risposta dei partenopei, ma non riesce a finalizzare per un fallo. Giro dalla lunetta, ma senza esito positivo. Il vantaggio veneto c’è ancora. anche grazie al rimbalzo a proprio favore. Azione dei padroni di casa che vanno a +4.

GeVi che risponde subito con una giocata da 4 di Howard: prima tripla della gara e fallo subito: torna la parità, che persiste per diversi minuti. Complice, anche, una bella risposta difensiva del Napoli, che porta al limite di tempo la Reyer. A sbloccare il punteggio ci pensa di nuovo Howard, a punteggio pieno dall’arco, che riporta i suoi sul +3. Punteggio sul 12-15, che potrebbero aumentare grazie ad un’ottima sortita di Uglietti. Giocata da 3 per lui, con tiro da due e giro in lunetta. Massimo vantaggio per gli azzurri, ora sul +6.

Reyer che torna a fare punti, poi, sul finire del periodo con Moraschini. Canestro e fallo per una giocata da 3 che va a segno. Il primo periodo, dunque, si chiude sul 15-18.

Secondo quarto

Pronti, via ed è la Reyer a sbloccare il risultato con Watt, che mette a segno un canestro da 2, andando al -1. Segue una bell’azione del tandem Spissu-Chillo, con quest’ultimo che trova la prima tripla per i padroni di casa. Giocata partita da Parks, che si libera e serve Spissu, dall’angolo del parquet, passa a Chillo che va in canestro. Arriva dunque il sorpasso casalingo con il +2.

Arriva la risposta del Napoli, ci pensa Howard da fuori, ma il pallone va sul ferro. Ribalzo per J. Williams, ma anche il suo tentativo va a vuoto, favorendo il rimbalzo della Reyer Venezia. Williams qualche minuto più avanti trova il canestro, ma è accompagnato da un fallo in attacco che vanifica l’azione del Napoli. Per gli arbitri è fallo tecnico, Reyer, dunque, in lunetta per un tiro libero, che va a segno. Il vantaggio sale a +3.

Ancora più ampio il vantaggio neroarancio con Spissu dall’arco. Tripla e massimo vantaggio che sale, andando sul +6. Napoli non si demoralizza e risponde immediatamente con Williams dalla lunetta, ma solo uno dei due viene segnato. Dal -5, il passivo si accorcia ancora di più con la tripla di Stewart, che subisce fallo e ha una potenziale giocata da quattro tra le mani, non riuscendo a finalizzarlo.

Napoli in momento negativo, con Williams che viene tirato fuori dal parquet dopo aver commesso il terzo fallo personale. Vittima Moreschini, che dalla lunetta riporta i suoi a +4, che si allunga con il tiro da due segnato da Watt. Massimo vantaggio che diventa +8, quando su palla contesa, e rimbalzo a favore di Watt arriva una schiacciata importante per allungare. Per il giocatore veneto arriva il decimo punto.

Il momento negativo del Napoli continua, quando dalla lunetta, gli azzurri non riescono ad accorciare se non di un solo punto. Finalizzazione su tiri liberi che si registra è di 5 su 9, contro il 100% della Reyer. Il Napoli, poi, riesce ad accorciare, ma è poi Freeman ad allungare nuovamente con una tripla valvole il +8. La Reyer tenta la fuga, ma Brooms commette fallo su Howard che tentata la tripla. Giro dalla lunetta e liberi a segno per lui, con il passivo che si accorcia.

E’ un continuo botta e risposta, tant’è che Granger è l’uomo del nuovo massimo vantaggio che ora è +9. GeVi, che riesce ad accorciare andando al -7 e negli ultimi secondi accorcia addirittura a -5. Contropiede per gli azzurri, che servono in un tre contro uno Stewart per la schiacciata del 38-33. Ma gli ultimi punti sono di marca Venezia con Tessitori che segna dopo il rimbalzo. Periodo che si chiude sul 25-15, con punteggio totale di 40-35.

Napoli tenta la ripresa, Reyer la chiude con la fuga

Terzo quarto

Sembra tornare dall’intervallo con maggiore sicurezza il Napoli, che con J. Williams trova i primi punti del periodo. Passivo quasi azzerato, ma agli azzurri rispondono i veneti, che ripristinano tutto. Ci pensa Michineau ad accorciare di nuovo, sigillando il decimo punto personale e un nuovo -7.  Il buon momento del Napoli viene interrotto dalla tripla di Spissu. Botta e risposta di punti, con canestri sempre in movimento.

Watt continua a contribuire ai punti della Reyer che porta il passivo al +10 e il suo punteggio personale a 16. Massimo punteggio che cambia velocemente per un fallo considerato antisportivo di Uglietti su Spissu. Reyer a +12. Il gioco prosegue e nonostante l’ampio distacco di punteggio, il parziale è di 20-20, con Napoli sempre sugli scudi e pronto a rispondere colpo su colpo. Alla fine del quarto Reyer arriva a 60 punti, per un punteggio totale di 60-53.

Quarto quarto

Negli ultimi dieci minuti, il Napoli prova il tutto per tutto per rimettere in riga la gara, ma già dall’avvio si capisce che la Reyer non vuole cedere di un centimetro. Primo botta e risposta già nei primi secondi. Johnson trova i primi punti della serata, in una partita in cui non è riuscito a incidere e ad andare a segno. Il punteggio è di 65-58, ma un forte contributo lo dà Tessitori, nonostante una tripla importante di Freeman che ripristina il +12.

Il nuovo massimo vantaggio è proprio ad opera di Tessitori, che viene servito sul roll da Granger. Il numero 00 segna in schiacciata. Da lì a poco arriva anche l’11esimo punto per Tessitori, che va a segno con tiro da 2. Massimo vantaggio, dunque, che arriva al +14.  Parziale che va a 14-12, grazie ad un canestro siderale di Howard a 4’28” dalla fine del match.

Passivo che si accorcia ancora grazie ad una bella azione della GeVi con Williams protagonista. Recupero palla e contropiede collettivo, che porta lo stesso Williams sotto canestro. Passaggio e canestro. Nel nuovo allungo è ancora Tessitori protagonista che subisce fallo. Uno a segno, ma con una percentuale importante per lui. Dopo il 75-69 siglato dalla lunetta da Williams, il punteggio resta bloccato fino al canestro di Watt dalla lunetta. Quarto fallo per Williams e 21 punti per il cestista della Reyer.

Ricominciano i botta e risposta che portano il Napoli ad accorciare e rientrare quasi in partita, ma gli ultimi minuti sono fatali. Reyer che va a segno e chiude con il punteggio di 82-71. Parziale 22-18.

Tabellino

Umana Reyer Venezia: Spissu 11, Bramos 8, Granger 4, Willis 5, Watt 21, Parks 4, Freeman 10, Moraschini 5, De Nicolao N.E, Chillo 3, Brooks 0, Tessitori 11. Allenatore Walter De Raffaele

GeVi Napoli Basket: Howard 19, Johnson 3, Michineua 14, Wlliams J, 19, Stewart 12, Zerini 0, Williams E. 0, Dellosto 0, Matera N.E., Uglietti 3, Zanotti 1, Grassi 0. Allenatore: Maurizio Buscaglia

Per la classifica clicca qui