Real Sarno. Il bilancio dicembrino del direttore generale Cerrato: “I risultati ci danno ragione”

Cinque punti pesantissimi in questo ultimo mese di campionato per il Real Sarno, squadra che ha chiuso novembre con appena 10 punti e un penultimo posto in classifica. Ultima sconfitta arrivata proprio all’apertura di mercato contro l’FC Avellino, poi due pareggi e una vittoria.

San Marzano, San Vitaliano e Grotta le vittime di una rinata squadra che proprio con l’arrivo di calciatori importanti ha ritrovato la spinta giusta per cominciare a macinare risultati e posizioni. Due pareggi pesanti e una vittoria nello scontro diretto che hanno portato entusiasmo e speranza alla formazione granata: “Dovevamo rinforzarci e l’abbiamo fatto -commenta ai nostri microfoni il direttore generale del Real Sarno Alfonso CerratoIo e il direttore sportivo Aldo Armeni Ventre abbiamo operato in maniera oculata sul mercato e i risultati ci stanno dando ragione. Sono arrivati punti importanti, due pareggi pesantissimi contro due squadre fortissime. Avevamo promesso una rinascita e, ripeto, i risultati ci stanno dando ragione”.

Lente d’ingrandimento sul pareggio per 0-0 contro la capolista: “Questa è stata una partita davvero importante. Credo che me la ricorderò per sempre. i ragazzi l’hanno interpretata nel migliore dei modi, soffrendo e resistendo per 97 minuti contro una corazzata qual è il Grotta. La squadra ha dato dimostrazione di essere viva e questa è un risultato che ci porta entusiasmo e speranze per il futuro. Ripeto è la dimostrazione che con il direttore sportivo Armeni Ventre abbiamo operato bene sul mercato e che possiamo sperare in un girone di ritorno da protagonisti”.

Pausa e ripresa degli allenamenti: “Ieri abbiamo ripreso gli allenamenti perchè dobbiamo rimanere concentrati per il ritorno in campo. Domenica affronteremo l’Angri, in amichevole, che sta facendo benissimo nel girone D. Dobbiamo mantenere alti gli scudi e non cullarci sul pareggio con il Grotta perchè al ritorno affronteremo il Cimitile, una squadra esperta ed ostica. La sfida con il Grotta si carica da sè, ma in quella contro il Cimitile dobbiamo essere bravi a trovare le motivazioni noi. E’ uno scontro salvezza delicato. Loro sono una squadra di categoria esperti in questo tipo di campionati, hanno un allenatore preparato e mi sorprendo di come siano in quella posizione. Restare concentrati e provare a vincere per uscire dalla zona play-out dev’essere il nostro monito”.

Un’ultima battuta per la dirigenza: “Voglio ringraziare la nostra società. Sono dei giovani imprenditori che si stanno impegnando affondo. Non ci fanno mancare niente e oltre ai soldi ci mettono anche la passione. Vogliamo regalare loro la salvezza come gesto di ringraziamento per tutto quello che stanno facendo per noi”.

Cristina Mariano

Condividi