Rangers-Napoli senza tifosi azzurri: biglietti da rimborsare, ma i viaggi in aereo?

La UEFA fa infuriare i tifosi del Napoli. Motivo? No, non il posticipare il match contro i Rangers di Glasgow dal 13 al 14 settembre, ma bensì il vietare la trasferta in Scozia ai supporters azzurri, che ormai avevano già comprato biglietti e prenotato strutture, quindi pronti a viaggiare nella terra di William Wallace.

La decisione presa ieri, legata all’impossibilità di gestire il flusso di tifosi ospiti a causa delle misure adottate in seguito al decesso delle Regina Elisabetta II, è stato oggetto di discussione sui social da parte dei tifosi partenopei, molti dei quali già partita alla volta di Glasgow.

Il Napoli ha comunicato il rimborso del biglietto della gara di Champions League, ma chi rimborserà i biglietti aerei già acquistati? Dalla UEFA non trapela proprio nulla, ma probabilmente la risposta sarà: nessuno. Uno smacco alle tasche dei tifosi, se si considera che ad oggi un biglietto andata e ritorno per Glasgow costa intorno ai 400 euro, mentre per Edimburgo sui 250 euro. Quindi non resta che tentare di disdire il volo, sperando in qualche voucher spendibile per la prossima trasferta europea di Amsterdam.