Questione stadi Campania. Santo Stefano chiude ancora, Qualiano Rangers costretto a cambiare casa

In queste ore è arrivata una notizia non certamente confortevole per il Qualiano Rangers ma soprattutto per i suoi sostenitori perchè già durante questo week end alcune squadre che erano impegnate al comunale ”Santo Stefano” hanno dovuto giocare le rispettive partite a porte chiuse. Ritorna dunque l’ incubo dell’ inagibilità dello stadio quando alcuni mesi fa proprio il sindaco Raffaele De Leonardis, tramite la sua pagina ufficiale di Facebook, annunciava di aver risolto questa questione che attanagliava il paese da tanti anni. Sembrava fossimo arrivati alla fine di questo scempio ed invece rieccoci con l’ ennesimo problema strutturale ma non solo perchè come più volte denunciato dalle varie società che si sono alternate per il paese sembra che ci siano anche problemi con l’ impianto di illuminazione del campo. Tutto ciò non fa altro che rendere tutto ancora più difficile per una società che vuole investire in questo paese dovendo poi emigrare altrove per disputare le partite casalinghe pagando pigioni tre quattro volte superiori e dunque accollarsi spese superiori per poi giustamente andare a morire e scomparire ritrovandoci alla fine senza squadra come già accaduto in passato.

Di fatto ecco i post pubblicati sia da Mimmo Licciardiello, responsabile della prima squadra del Qualiano Rangers, ma anche dal mister Salvatore Scampitelli che hanno così voluto denunciare tramite il gruppo ”Sei di Qualiano se” ciò che è accaduto:

”Buon giorno. Anche se non lo è. Sabato è successo un FATTO increscioso al comunale di Qualiano. Genitori, tifosi e membri dello staff delle squadre calcio, che dovevano disputare partite di campionato, sono stati allontanati dallo stadio in quanto lo stesso RISULTA INAGIBILE e l’accesso consentito solo ai calciatori.

Avete letto bene. Con il risultato che centinaia di persone vagavano. senza meta nei pressi del Cardinale in attesa che le partite finissero.

COME È POSSIBILE CHE GLI SPALTI DELLO STADIO RISULTINO INAGIBILI SE FINO A IERI SONO STATE ORGANIZZATE, dal comune stesso, DIVERSI EVENTI?
DI CHI È LA RESPONSABILITÀ?

Buongiorno a tutti, dopo che siamo riusciti di nuovo a portare squadra e tanto entusiasmo tra la gente del paese , ecco a voi che il nostro favoloso comune con i suoi amministratori, riescono a far sì che esca fuori li agibilità del campo comunale. Siamo alla frutta la mia squadra costretta ad allenarsi alle 7 di sera al buio, perché il nostro campo non ha le luci . Morale della favola ci sposteremo su un’altra struttura, perché lo sport a Qualiano, rispetto in tutti gli altri paesi al mondo. È cancerogeno!!!

Ma in tutto questo andremo fino in fondo, vogliamo vederci chiaro…… il comunale e del paese non del comune, AMMINISTRAZIONE RIDICOLA!!!
FORZA QUALIANO❤️⚽️💙”.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

A cura di Enzo Papolino